Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Il lupo in inverno

Il lupo in inverno, nuovo thriller di John Connolly

 In uscita alla fine di settembre in Italia per la Fanucci Editore il nuovo, attesissimo thriller Il lupo in inverno, dell’irlandese John Connolly, romanzo appartenente al ciclo che vede come protagonista l’investigatore privato Charlie Parker, serie che si apre col romanzo Tutto ciò che muore (Rizzoli, 2000).
Mistero, azione e sovrannaturale sono gli ingredienti chiave di questo romanzo, che condurrà Charlie Parker verso qualcosa di molto pericoloso.

Il lupo in inverno: la trama

 

Al centro delle vicende raccontate nel romanzo, troviamo la cittadina di Prosperous, nel Maine. Cittadina tranquilla, ideale, un’isola felice, i cui abitanti sembrano non avere problemi, realizzati e perfettamente inseriti all’interno di uno schema sociale che provvede al benessere di tutti, nel quale ognuno ha il suo posto ben preciso.

O almeno, Prosperous ha la parvenza di una cittadina pacifica. In realtà cela inquietanti misteri dietro l’apparente tranquillità della sua comunità, una comunità che non permette ad estranei di accedervi, né ai propri membri di uscirne. Una comunità legata da un oscuro, comune, segreto.

L’investigatore Charlie Parker giungerà a Prosperous per indagare sulla morte di un anziano senzatetto, Jude, un vecchio conoscente di Parker. Quello di Jude è un suicidio piuttosto sospetto, considerando che l’anziano vagabondo era sulle tracce di sua figlia, partita per Prosperous e mai più ritornata.
Mentre la polizia cerca di insabbiare il caso di Jude e di sua figlia Annie, sminuendo le due vittime perché ai margini della società, uno in quanto senzatetto e l’altra in quanto tossicodipendente, l’investigatore sceglierà di far partire le sue indagini dalla cittadina che sembra aver letteralmente risucchiato la giovane.

Nella narrazione di Connolly, Prosperous si delinea come una cittadina affamata, dotata di vita propria, di forza. Una cittadina che attrae il lettore e lo inquieta, gli lascia intravedere i suoi misteri senza mai permettervi di accedervi davvero.
Al mistero di Prosperous invece, cercherà di accedere, a suo rischio e pericolo, Charlie Parker. Perché qualcuno sarebbe disposto finanche a sacrificarne la vita, piuttosto di non intaccare la misteriosa città, tomba di mille, indicibili segreti.

Sebbene il romanzo fatichi a decollare nella prima metà, nella seconda metà si fa poi più rapido ed incalzante, merito anche della narrazione delle scene, molto rapide come di solito avviene nei romanzi d’azione, e della descrizione dei personaggi, appena accennata, ma quel tanto che basta da farli apparire vivi e realistici. I personaggi sono infatti appena descritti con poche e veloci, ma accurate, pennellate.
Il lupo in inverno alterna punti di vista diversi, permettendo al lettore di guardare la storia secondo più angolazioni e godere di molteplici chiavi di lettura, anche in contrasto l’una con l’altra.

Caratteristico di Connolly è il connubio di reale e sovrannaturale, che vede i suoi romanzi a metà tra il thriller e il fantasy, elementi che fin dal primo romanzo trovano spazio in questa serie dove, accanto ad efferati omicidi e inaspettati colpi di scena, troviamo sette religiose e misteriose entità sovrannaturali sospese tra la vita e la morte.
Molteplici i riferimenti ai precedenti capitoli del ciclo: oltre alla storia auto-conclusiva, il romanzo presenta infatti legami con i precedenti, e non conoscere il ciclo di Parker nella sua interezza potrebbe rendere più difficile la lettura.

Consigliato agli amanti del genere thriller ed in particolare ai lettori della serie su Charlie Parker.

Print Friendly, PDF & Email