Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Sulla collina, imparare a perdersi

Sulla Collina, graphic novel edita della Tunué Edizioni, è il prossimo lavoro in uscita per la sua collana “Tipitondi”. L’opera nasce dalla collaborazione di  Ilaria Ferramosca e Mauro Gulma.

Sulla Collina, quando la crescita è un viaggio

La paura ha tante facce.
Per natura, per insegnamento o attitudine, l’uomo tende a scappare dinanzi alla proprio paura, la rinchiude in una profondità oscura e cerca sempre di non sentire l’eco lontano delle sue grida.
Altri, invece, la trovano eccitante, amano sentire quel serpente attorcigliarsi attorno al proprio cuore e stritolarlo quel tanto che basta da procurargli un brivido momentaneo.
Spesso, è l’esperienza a far sì che chi appartiene ad una di queste categorie scivoli nell’altra, proprio come capita ai quattro ragazzi amanti del sovrannaturale del nostro racconto.
Quel che doveva essere una breve impresa si rivelerà essere, tempo dopo, qualcosa di più grande da gestire: il primo passo verso l’età adulta.

E si sa, nessun percorso tortuoso, nessuna sfida personale, è mai ardua quanto crescere.
Poiché tutti, ma proprio tutti, sentono la necessità di darti consigli sul come farlo, e sul come farlo al meglio, quando nella realtà dei fatti si è semplicemente troppo confusi, troppo spaesati per saperli apprezzare o cogliere, non si sa bene cosa sta succedendo intimamente e l’unica certezza che si ha è di aver bisogno di un’unica cosa per andare avanti: amici.
C’è proprio l’amicizia, quella di Simone, Danilo, Elia e Fabio, appassionati di storie horror, alla base di questa fitta costruzione su cui si posano i vari tasselli della trama. Nonostante i protagonisti siano mostrati perlopiù in una fase non adulta, si sente forte il desiderio di una ferma volontà a voler indirizzare lo sguardo sul loro ritorno da uomini adulti a bambini, che non sulla loro trasformazione da ragazzi in adulti.

C’è la notte in “Sulla Collina” di Ferramosca/Gulma, c’è soltanto la notte, verrebbe da dire. Un buio lungo quasi trent’anni, in cui i ragazzi hanno avuto il tempo di fare i conti con ciò che veramente cercavano, con ciò che si è stato, si voleva essere e si è diventati.
Sono molto bravi i due autori a saper narrare questa storia apparentemente semplice, in una cornice di nostalgia e melanconia, capace di far apparire, allo spettatore, proprio il viaggio dei quattro ragazzi, i loro racconti e le loro vicissitudini.
L’oscurità li ha attesi, anche se loro, nel frattempo, sono cambiati, per poter finalmente vedere assieme l’alba.

——————
Sulla collina è in offerta su Amazon. Clicca qui per acquistarlo!

Print Friendly, PDF & Email