Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Maggio d'Arte

Maggio d’Arte al Teatro Sancarluccio: la III edizione

Dal 5 al 28 maggio si susseguiranno, al Nuovo Teatro Sancarluccio, numerosi spettacoli che animeranno la terza edizione del Maggio d’Arte.

La III edizione del Maggio d’Arte

Durante l’edizione del Maggio d’Arte 2017 il Nuovo Teatro Sancarluccio ripropone il trinomio arte-teatro-musica  già proposto durante le scorse edizioni. Ad arricchire la rassegna, la collaborazione con l’associazione culturale Divago e l’idea dell’ “aperi-teatro” offerto dal ristorante Sakurajima all’interno del foyer del Sancarluccio.

Durante questa III edizione del Maggio d’Arte, prima di ogni spettacolo in programma durante tutto il mese, verrà offerto agli spettatori un assaggio di pietanze e di vino bianco del ristorante Sakurajima, locale apertosi di recente in Via Tasso a Napoli, che offre con la sua cucina una fusione tra la tradizione culinaria partenopea e quella giapponese. Non a caso il ristorante prende il nome dal vulcano della città di Kagoshima, il Sakurajima appunto, che ha, insieme ad altri elementi del paesaggio urbano e naturale in cui si trova, vari tratti di unione con la città di Napoli.

La rassegna inizia  il 5 maggio con lo spettacolo Estratti di anime femminili – donne che danno voce alle donne, con Rita Licenziato e Manuela Pugliese, per la regia di Gianluca Masone. Lo spettacolo, inoltre, prende l’avvio da un progetto curato da Carolina Fenizia e Francesca Saveria Cimmino durante il Marzo donna 2016.

Seguiranno tre concerti, rispettivamente eseguiti del cantautore, compositore e scrittore Riccardo Ceres, il 12da Francesca Rondinella e Giosi Cincotti, il 13; e dal gruppo Motus Mandolin Quartet, il 14. Sono in programma, poi, gli spettacoli L’altro Totò. Dietro le quinte di una vita passata, il 18, con Roberto Ingenito e Francesca Borriello, Un giorno all’improvviso, con Eduardo Cocciardo e Francesca Stizzo, in scena il 19, e A-medeo. Tratto dalle storie dei figli di Eduardo, in scena il 20 e il 21, con Stefania Remini e Antimo Navarra. Dal 26 al 28, poi, in chiusura della terza edizione del Maggio d’Arte, ancora concerti e spettacoli musicali: in ordine, il 26 si esibirà sul palcoscenico il gruppo musicale Tiempo antico, il 27 si esibirà Giulia Capolino ed il 28 la compagnia musicale Il Sole e la Luna, con musiche del repertorio partenopeo tra modernità e tradizione.

La collaborazione con l’associazione Divago, inoltre, sarà manifestata con il percorso Itinerari e incontri d’Arte, visite guidate che avranno un rapporto particolare con gli spettacoli che alle visite di volta in volta seguiranno, tra cui Estratti di anime femminili, L’altro Totò e A-medeo.

Roberta Attanasio

Print Friendly, PDF & Email