Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Corporea, il cuore di Città della Scienza torna a battere!

Il 4 marzo 2013 le fiamme avvolgevano uno dei patrimoni più preziosi della Campania: Città della Scienza. Esattamente quattro anni dopo, la cittadella napoletana della cultura si è finalmente scrollata di dosso cenere e scetticismi, si è rialzata, grazie anche ai 2 milioni di euro raccolti con le donazioni provenienti dalla comunità scientifica e dagli abitanti della città, ed è tornata a splendere. È stato inaugurato, infatti, Corporea che, con tre piani e le oltre 100 installazioni, è il più grande museo interattivo d’Europa.

Informare divertendo, questa è stata sempre la missione di Città della Scienza. E il neonato progetto non poteva che seguire tale filosofia, proponendo una serie di installazioni, con relative attività. legate alla salute, alle scienze e alle tecnologie biomedicali e della prevenzione.

Corporea, un museo interattivo!

Corporea si presenta come un viaggio su tre livelli, in cui grandi e piccoli visitatori, attraverso giochi, esperimenti sensoriali e infografiche, potranno scoprire la straordinaria complessità del corpo umano, apparato dopo apparato. E non solo. Nelle 14 isole tematiche vi sono excursus e approfondimenti di storia della medicina, con uno sguardo al passato, ma anche al futuro, di genetica e di alimentazione.

La chiarezza delle spiegazioni proposte – italiano, inglese e cinese sono le lingue disponibili – e gli elementi multimediali, oltre alla bravura e il carisma delle guide, sono sicuramente i punti forti di questo museo, che sfrutta con finalità didattiche le ultime scoperte tecnologiche, come la realtà virtuale e la robotica – sono, infatti, presenti uno stand con l’Htc Vive, con il quale è possibile simulare una passeggiata nel bosco, e un prototipo di robot in grado di imitare le espressioni del viso di chi lo guarda.

Corporea: è solo l’inizio!

Dopo Corporea, che nel primo weekend ha sfiorato i 3000 visitatori, ci sono altri ambiziosi progetti in cantiere. Il prossimo è previsto il 19 marzo quando sarà inaugurato il planetario 3d più grande d’Italia, che con un diametro di 20 metri, 120 posti a sedere, promette di proiettare i visitatori in una nuova dimensione, permettendo loro di esplorare l’universo in altissima definizione. Dalla ceneri, verso l’infinito, dunque. Questa è la splendida nuova realtà di Città della Scienza.

Per informazioni e prenotazioni è possibile chiamare il Contact Center di Città della Scienza (contact@cittadellascienza.it): +39 081.7352.258

Marcello Affuso

Print Friendly, PDF & Email