Seguici e condividi:

Eroica Fenice

luca amitrano evi

Luca Amitrano: piano, fisarmonica, orchestra

La musica aiuta a non sentire dentro il silenzio che c’è fuori.

Johann Sebastian Bach

La Fondazione Pietà de’ Turchini, da sempre impegnata nella produzione e promozione di musica antica, apre, per la prima volta, le sue porte alla musica contemporanea di Luca Amitrano, orgoglio napoletano, vincitore, nel 2014, del Los Angeles Music Award, come Instrumental Artist. L’antico sposa il contemporaneo in un piccolo scrigno del sacro. La Chiesa di San Rocco, che, incastonata tra edifici classici e moderni, a pochi passi dal mare, sembra sospesa in una dimensione cristallizzata del tempo, sarà lo scenario di un concerto di pianoforte, fisarmonica e orchestra. “Un concerto identitario, ma che non vuole essere autoreferenziale”, nato dalla collaborazione con l’Orchestra S. Giovanni, diretta da M. Keith Goodman. Otre a pezzi noti dell’artista, come Respiro, Sogno, Scirocco, Los Angeles, saranno eseguiti brani inediti, ideati per pianoforte e orchestra, e un brano per fisarmonica, in cui si cimenterà l’eclettico pianista.

Musica Libera, un concerto di Luca Amitrano, fatto di musica e buone cause

“Sarebbe ridicolo usare la musica per il solo piacere di ascoltarla. La musica ha una forza molto più grande”. Parole che hanno il sapore di un amore che va oltre la musica stessa, per quello che essa è e che può essere. Reduce da un concerto in Brasile e due a Zurigo, finalizzati alla raccolta fondi per progetti umanitari, Luca Amitrano quella forza la vede indirizzata, prima di tutto, in questa direzione. E così, anche il concerto del 28 febbraio sarà registrato per diventare un disco, il cui ricavato sarà destinato, in parte, ad associazioni benefiche che operano sul territorio. “Perché non bisogna arrivare in Brasile per trovare mancanze di ciò che, troppo spesso, si dà per scontato. Ci sono molti quartieri che piangono, anche in questa città, bisognosi di piccole cose. Anche un banco, una lavagna, un quaderno possono essere importanti. Piccoli, ma grandi contributi, che possono venire da una cosa così bella, come la musica”.

La partecipazione collettiva sarà, dunque, importante per dare forza alla musica e a un progetto musicale non fine a se stesso. Un progetto che coinvolge tanti musicisti, accomunati da una passione per qualcosa di cui, forse, nessuno di noi potrebbe fare a meno, perché, come dice Luca, lo immaginereste mai un mondo senza musica?

 

Dove: Chiesa di San Rocco, Riviera di Chiaia, 254 Napoli

Quando: Domenica 28 febbraio, ore 19.30

Al piano: Luca Amitrano

Non mancate. Per la musica, per voi stessi!

I biglietti del concerto sono acquistabili sul circuito azzurroservice.net e in loco.