Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Viaggio al centro della terra, graphic novel di Napoli e Lirini

Viaggio al centro della terra, la graphic novel di Napoli e Lirini

Viaggio al centro della Terra è una graphic novel distribuita da Nicola Pesce Editore e che prende vita grazie a Claudio Napoli e Marco Lirini. Disegni morbidi, bianco e nero, immagini a tratti dolci e sfocate che danno l’impressione di percorrere un viaggio di natura onirica tra le pagine: questa è la struttura su cui si basa una storia solida e comprovata, fatta di scoperte, fiducia in se stessi e superamento dei propri limiti in cambio di grandissime soddisfazioni, riconoscimenti e gratificazioni.

Assieme ad Axel, Otto e Hans sarà difficile non voler percorrere questo viaggio entusiasmante e a tratti folle e coraggioso. Loro sono i protagonisti di una storia che ha il sapore del topos del “mondo perduto” e della continua scoperta.

Otto Lidenbrock è un professore di mineralogia che ha rinvenuto una pergamena dagli strani simboli e una pietra dall’ignota composizione e provenienza. Ad aiutarlo nella comprensione delle rune è il brillante ma insicuro nipote Axel: insieme intuiranno che non sono semplici incisioni, ma una vera e propria mappa per raggiungere luoghi inesplorati e inimmaginati. A guidarli un islandese taciturno ed esperto, Hans, che farà anch’esso tesoro di un viaggio inequiparabile. Questa avventura sarà per loro anche un’occasione per comprendere se stessi e inoltrarsi nelle profondità delle proprie paure.

Viaggio al centro della Terra, dalla fantasia di Jules Verne

La storia trae ispirazione dal romanzo fantastico di Jules Verne, il celeberrimo Viaggio al centro della Terra. L’autore francese ottocentesco è considerato tra i padri della moderna fantascienza e tra i più influenti scrittori di “romanzi scientifici” e per ragazzi. Proprio la sua fantasia gli è valsa la caratteristica di essere considerato preveggente e citato in numerosi romanzi o film (tra cui, ad esempio, Ritorno al Futuro, diretto da Robert Zemeckis nel 1985).

Allo stesso modo, dei suoi romanzi sono stati effettuati adattamenti cinematografici e televisivi, dove tra i più recenti troviamo la pellicola Viaggio al centro della Terra 3d del 2008, con Brendan Fraser. Persino un asteroide, il 5231 Verne, prende – per l’appunto – il suo nome. Sottomarini, missili, sbarchi lunari, esplorazioni oceaniche, pistole elettriche e videoconferenze sono solo alcune delle “anticipazioni” che Jules Verne avrebbe immaginato più di un secolo fa.

Insomma, era inevitabile che di un tale successo venisse prodotta anche un’opera a fumetti, semplice e avvincente che costringe a immergersi nella storia così come Axel, Otto e Hans si sono introdotti all’interno di cunicoli e gallerie per raggiungere il centro della terra: sorpresa, curiosità, incertezza e gioia sono solo alcuni dei sentimenti che accompagnano l’avventura così come i personaggi la vivono. Bisognerà solo sapersi orientare, non scoraggiarsi e lasciarsi anche un po’ trascinare dall’istinto.