Come rendere più accogliente una camera da studente

Trasferirsi per la prima volta lontani da casa per ragioni di studio è un’esperienza che molti attendono con ansia, ma di certo non è priva di difficoltà. A un ritmo di vita caratterizzato da routine differenti si aggiungono nuove conoscenze, tante materie da studiare e le difficoltà di cavarsela da soli per la prima volta. È naturale, allora, desiderare un luogo piacevole al quale tornare per rilassarsi a fine giornata. Purtroppo, che si tratti di una stanza in studentato o in un appartamento condiviso, gli alloggi per studenti lasciano spesso a desiderare sotto diversi aspetti. Vediamo quindi alcuni consigli per rendere la propria stanza più accogliente, anche con budget e spazi ridotti.

Un letto più comodo

In molte stanze per studenti, il letto occupa la maggior parte dello spazio. Dobbiamo quindi assicurarci di sistemarlo al meglio, rendendolo davvero accogliente. Un set di lenzuola di proprio gusto dal punto di materiali, design e colori farà subito una bella differenza. Non guasta poi aggiungere qualche cuscino in più e un paio di calde coperte, così da creare un vero e proprio nido in cui ripararsi quando la nostalgia di casa si fa sentire.

 

Foto ricordo e oggetti importanti

Il modo più semplice per rendere propria un’anonima stanza da studente è riempirla di oggetti e immagini che fanno pensare a casa. Lasciamo quindi un po’ di spazio in valigia per un paio di soprammobili o foto ricordo da sistemare sul comodino o sulla scrivania. Possiamo anche regalarci una fotografia a puzzle personalizzata su Wanapix, da disfare e ricomporre nei momenti in cui abbiamo bisogno di conforto per sentirsi più vicini ai propri cari.

 

Riordinare con scatole decorative

La quantità di oggetti che si può accumulare anche in uno spazio angusto come una stanza da studente ha dell’incredibile. Anche se la superficie è appena sufficiente per muoversi, in poche settimane il pavimento si ricopre di vestiti sporchi, borse, libri gettati alla rinfusa. Inutile dire che questo rende la stanza tutt’altro che accogliente e può contribuire a un senso di stress ulteriore. Se armadi e cassetti non bastano, procurarsi un paio di scatole decorative in cartone aiuta a tenere le cose al loro posto, e ritrovarle quando ne abbiamo bisogno. Si possono poi sistemare sotto al letto o in cima all’armadio, per ottimizzare lo spazio che altrimenti non utilizzeremmo.

 

Un tocco di verde

Basta una sola pianta da interni per rendere più accogliente qualsiasi spazio, creando una piacevole atmosfera di casa. Soprattutto durante le sessioni degli esami, uno dei periodi più stressanti per gli studenti, avere un tocco di verde nella stanza può regalare un po’ di serenità. Avere qualcosa di cui prendersi cura, anche se si tratta soltanto di annaffiare una pianta, può essere anche un utile promemoria a prendersi cura di se stessi, mangiando a sufficienza e facendo esercizio di tanto in tanto. Ciò è di particolare importanza per evitare problemi di salute mentale come ansia o senso di isolamento, comuni tra gli studenti.

La luce giusta

Spesso l’illuminazione nelle stanze degli studenti è piuttosto spartana, limitandosi a un lampadario dalla luce a volte troppo intensa. Per creare un ambiente più confortevole, e al tempo stesso evitare fattori di disturbo al sonno, si possono acquistare fonti di luce adatte ai propri gusti e alle proprie esigenze, magari in un negozio dell’usato. Tra le opzioni citiamo una lampada da scrivania per ripassare in periodo di esami, una luce da lettura da accendere prima di andare a letto, oppure delle lucine decorative per le pareti.

Questi piccoli accorgimenti daranno anche a un’anonima stanza da studente un aspetto più piacevole, aiutando a sentirsi a proprio agio anche lontani da casa.

 

 

A proposito di Mirko Garofalo

Vedi tutti gli articoli di Mirko Garofalo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.