Seguici e condividi:

Eroica Fenice

urban poetry

Urban poetry e un breve glossario antropo-urbano

Ma se ci si sofferma a pensare, non è raro che ogni città somigli a un uomo, con pregi e difetti, paure e una buona dose di deliri. Così Tokyo, San Paolo o Città del Messico assumono tratti umani o forse l’uomo assume tratti cittadini. E se il paesino di campagna è umile e di poche pretese, la megalopoli spesso è arrogante e sfacciata, ricca ed affascinante, ma a volte egoista e povera d’animo. Ma l’animo, si sa, è dei poeti e la poesia non è solo dei versi ma si può declinare alla vita di tutti i giorni e sì, anche al cemento, a tutto ciò che ancora prima di essere l’urbano è “l’umano”. Per questo, fa comodo avere a portata di mano un glossario completamente dell’urban poetry, inutile o forse no.

Per l’Urban poetry, il glossario antropo-urbano