Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Nanassa

Nanassa in scena al Teatro Il Primo

“Nanassa”, al termine dello spettacolo vorresti solo tornare ad inizio serata per poter riassaporare l’arte della commedia che l’esibizione rievoca attraverso scene e dialoghi di spontanea e deliziosa comicità.

Fin dai primi minuti dell’atto I il personaggio di Felice Sciosciammocca (Rosario Ferro), rinchiuso in uno “stipo”, desta riso e meraviglia nel pubblico che segue divertito il susseguirsi di equivoci, intrecci, impicci e colorate situazioni. Personaggio protagonista, Sciosciammocca (in dialetto napoletano significa letteralmente “soffia in bocca”: colui che sta a bocca aperta, un credulone) accompagnato in quasi tutte le scene dall’amico Pasquale Cardelli (Fabio Brescia), nonostante sia sposato con l’anziana Clementina, donna vedova e benestante, trascorre una serata con la bellissima e avvenente Giulietta, detta a’ Nanassa.

Nanassa (Melania Esposito), donna burlona e furba, fa credere al ricco zio di Felice di essere ammogliata con il nipote, sia per gioco sia per poterlo seguire al matrimonio della cugina un po’ tonta promessa sposa a Errico Delfino, l’uomo che l’ha abbandonata e di cui è innamorata.Lo scambio porterà avanti una trama ricca di tresche e intrallazzi che, sostenuti da una vivace comicità, si risolveranno con lo scioglimento dell’equivoco e il ristabilimento dell’equilibrio nella seconda parte dello spettacolo.

La commedia, scritta da Georges Feydeau e ripresa secondo il gusto partenopeo da Eduardo Scarpetta nel 1900, intrattiene e diverte con fervore irresistibile. Del resto il vigore della rappresentazione deve molto ai singoli personaggi che, membri della borghesia napoletana, utilizzano un linguaggio misto tra italiano e dialetto. L’intreccio della vicenda espone diversi punti di vista e la commedia sembra subire la sorte dei personaggi. La rappresentazione è d’altra parte sostenuta principalmente da dialoghi esilaranti e spassosi in cui il brio della comicità è così evidente che gli spettatori non possono che abbandonarsi a spontanee risate.

L’adattamento in due atti si regge su un cast di indubbio talento, la favolosa performance di Rosario Ferro è accompagnata da Fabio Brescia, Arnolfo Preti (nei panni del “pio” arcivescovo), Melania Esposito, Anna D’Amato, Pino Pino, Diego Sommaripa, Elena Maggio, Agnese Laurenza, Alessandra Bacchilega e Aldo Leonardi.

Lo spettacolo de la Compagnia Bianca Sollazzo andrà in scena stasera al Teatro Il Primo, consigliamo con entusiasmo la visione di questo spettacolo in cui gli attori affascinano gli spettatori con uno scorcio di vita dalla comicità spesso dirompente, il palco vivace ed impetuoso sembra ricordarci un teatro fatto di semplicità e naturalezza che riesce ad isolare nell’universo dell’arte anche un personaggio caratterista come Felice Sciosciammocca e a riportare a galla una profonda coscienza partenopea.

-Teatro Il Primo: “Nanassa” in scena- Eroica Fenice-

Print Friendly, PDF & Email