Seguici e condividi:

Eroica Fenice

La Tag: maurizio de giovanni contiene 2 articoli

Attualità

La Cultura non si Ferma di Maurizio de Giovanni

La cultura non si ferma! Maurizio de Giovanni, il famoso scrittore napoletano conosciuto ed apprezzato in tutta Italia per i suoi romanzi gialli avvincenti che scrive da oltre 10 anni, si impegna a contrastare la forte tristezza e paura che in questo periodo di epidemia del Coronavirus alberga nel cuore di tutti. Da persona colta comprende l’importanza di coinvolgere diverse generazioni in qualcosa di positivo e propositivo e lancia la nuova iniziativa socio-culturale online “La cultura non si ferma!” proponendo diverse tematiche e riunendo numerosi followers tramite dirette Facebook. Durante queste ha promesso di illustrare alcuni passi del suo nuovo interessante romanzo “Una lettera per Sara” edito da Rizzoli, la cui pubblicazione era prevista a marzo prima dell’emergenza sanitaria nazionale Coronavirus annunciata dal Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte. La Cultura non si Ferma di Maurizio de Giovanni: Di che si tratta? L’obiettivo dell’ iniziativa online “La Cultura non si ferma” mira a far divertire, riflettere ed unire tutte le persone, la maggior parte giovani che si sentono soli perché seguono il #iorestoacasa in queste settimane di permanenza a casa, per discutere in merito a diverse tematiche socio-culturali che possano spronare la mente ed il cuore contrastando cosi’ questo periodo nero che l’Italia sta vivendo. Oltre il #IoRestoaCasa divenuto virale sui social network, lo scrittore vuole esprimere un altro messaggio efficace: possiamo essere uniti anche se lontani, possiamo quindi stare insieme nello stesso tempo anche se a km di distanza. Tra i diversi obiettivo di questa iniziativa online lo scrittore Maurizio De Giovanni vuole dare impulso a tutti coloro hanno la passione per la lettura e per la scrittura, in particolar modo agli aspiranti romanzieri. La Cultura non si Ferma di Maurizio De Giovanni: Prima diretta La prima diretta che fa parte dell’ iniziativa online “La cultura non si ferma” è stata svolta dallo scrittore Maurizio de Giovanni sulla sua pagina Fanclub venerdì 13 marzo alle ore 17 ed ha ottenuto un successo incredibile perché seguita da oltre 300 persone tra cui molti giovanissimi. Solare e simpatico si presenta in diretta accogliendo con entusiasmo le numerose domande. Una tra le prime è “Ha intenzione di scrivere un romanzo sul Coronavirus? e lo scrittore risponde: “Non scriverò una storia sul Coronavirus perché il mio stile è quello di raccontare una storia, prendendo spunto dalla vita reale non descrivendo e riportando in un libro una storia totalmente vera. Consiglio ai giovanissimi di tenere un diario intimo non da pubblicare“. L’ invito dello scrittore Maurizio De Giovanni è quello di scrivere un diario personale dove la scrittura risulta essere un’ arma vincente per vincere la paura, per distrarre la mente e per fare un confronto tra passato e presente. Un’ altra domanda che viene rivolta allo scrittore è su quale musica predilige in questo momento e Maurizio De Giovanni risponde: “Grazie per la domanda è davvero molto importante in questo periodo ascoltare la musica personalmente preferisco quella jazz dalla sonorità calda, il pianoforte ed il sassofono. La musica è un ottimo rimedio […]

... continua la lettura
Teatro

Al Maschio Angioino I guardiani di De Giovanni

Fino a dove ti puoi spingere per custodire un segreto? E fino a dove, per svelarlo? Sabato, 21 settembre, nella cornice atemporale e onirica del Maschio Angioino, è andato in scena lo spettacolo I Guardiani, inaugurando la rassegna ZùNapoli, organizzata e diretta da Inbilico Teatro & Film, con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli. Quattro giorni di teatro, musica, cinema e incontri al Maschio Angioino e al Chiostro di San Domenico Maggiore, nell’ambito di Estate a Napoli 2019. Due suggestive location, quattro titoli e un unico filo conduttore: i mille volti della città di Napoli e le contraddizioni tutte che caratterizzano il capoluogo partenopeo. I guardiani, nuova sfida di Maurizio De Giovanni Nella pièce, tratta dall’omonima opera di Maurizio De Giovanni, quattro personaggi coinvolti in una catena di reati e strani eventi, sorprendendosi di far parte di un disegno che potrebbe coinvolgere l’intera umanità.  Ci sono solo tre luoghi: il qui, il sotto e il sopra. Napoli non è una città come le altre. Napoli non è neppure una città sola, perché, sotto quella che conosciamo ne esiste una sotterranea, nascosta agli occhi del mondo, con il buio al posto della luce. Marco Di Giacomo l’aveva intuito, un tempo, quando era un brillante antropologo, e aveva un talento unico nell’individuare collegamenti invisibili tra le cose. Poi, qualcosa non ha funzionato, ad appena quarant’anni, non è altro che un professore universitario collerico e introverso, con un solo amico, il suo impacciato, ma utilissimo assistente Brazo Moscati. Insieme a Ingrid, una giornalista tedesca venuta in Italia per scrivere un pezzo sensazionalistico sui luoghi simbolo dell’esoterismo, e a sua nipote Lisi, ricercatrice anche più geniale dello zio ma con una preoccupante passione per le teorie complottiste, s’imbattono in qualcosa di terribile che emerge nell’oscurità delle gallerie napoletane: cadaveri, segnali strani che conducono ad un passato mai emerso. Una verità che, forse avevamo da sempre e non abbiamo mai voluto vedere. Una avvincente vicenda i cui protagonisti si avventurano in un contesto più grande di loro, lottano contro l’intransigenza della gente e contro la cecità di chi li circonda. Complice nella riuscita la centralità di Napoli, città magica che già da sola sa creare atmosfere misteriose, abile a racchiudere il silenzio nei suoi meandri meno popolati. I guardiani   con Fulvio Sacco, Raffaele Parisi, Ramona Tripodi, Adriana D’Agostino Valeria Frallicciardi, Valentina Spagna adattamento e regia Ramona Tripodi In video e voce Maurizio de Giovanni, Raffaele Ausiello, Luciano Roffi, Letizia Vicidomini musiche originali e sonorizzazione live Marco Messina

... continua la lettura