Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Torneo di softair “Foreign Fighters”

Si è svolto, il 21 e 28 febbraio, presso il comune di Valle di Maddaloni (CE), il torneo di softair “Foreign Fighters”, organizzato dalla ASD SAS Borbonici Caserta, che ha visto partecipare 20 squadre, provenienti dal centro-sud Italia.
Il softair è uno sport di squadra basato su tecniche, tattiche e usi militari, dove si usano armi giocatolo che sparano pallini biodegradabili del diametro di 6mm. Il pallino non provoca lesioni ma comunque ci sono severe norme di sicurezza da rispettare. E’ molto usato nei paesi anglosassoni e da poco anche in Italia nell’ambito della formazione aziendale, per affiatare e far lavorare al meglio i gruppi di lavoro (team building).
Il torneo , basato su prove di logica, strategia e fisica, ha come trama il drammatico e attualissimo tema dei foreign fighters, ovvero giovani europei che si arruolano tra le file del daesh (il sedicente stato islamico)
Le squadre, composte da 8 operatori, hanno dovuto prima affrontare un posto di blocco, inscenato presso il campo sportivo di Valle di Maddaloni, occultando tutta la loro attrezzatura, per poi essere trasportati presso il campo di paintball “Area 51”. Qui venivano catturati e chiusi in un container, da dove poi dovevano riuscire a evadere, eludendo zone sorvegliate da videocamere e da altri giocatori. Terminata questa prima fase venivano trasportati di nuovo presso il campo sportivo per poi subito ripartire per la fase boschiva.
Ad attenderli c’erano 6 tappe forzate, difese dai giocatori dell’organizzazione. Oltre alla conquista dell’obiettivo, gli attaccanti, hanno dovuto superare varie prove, anche disinnescare missili, liberare prigionieri, calcolare coordinate e infine salvare il presidente da un attentato.
Più di 250, le persone coinvolte, tra giocatori, organizzazione, fotografi, protezione civile e croce rossa.
Le prima tappa è stata vinta dal club Pirates di San Benedetto del Tronto e a seguire i Beholder dj Benevento e la Legio Irpinia di Avellino, mentre la seconda tappa è stata vinta dai ragazzi di Battipaglia, i GTE e al secondo e terzo posto rispettivamente i Pantera di Caserta e il 9° Incursori di Roma.
Si ringraziano per la collaborazione i club dei Legio Mortis, Venom, Contractors e Legio Linteata. Nonché il comune ed i Carabinieri di Valle di Maddaloni, la protezione civile di casapulla e la croce rossa di maddaloni. Hanno incorniciato con splendidi scatti i fotografi Casertani di Full-pix e Mirko Capuano.
Le foto e le info le trovate sul Gruppo Facebook “SAS BORBONICI SOFTAIR CASERTA”