Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Octave, il potere dell'immaginazione

Octave, il potere dell’immaginazione

Octave odia tutto: la scuola, il pesce con le lische, nuotare. Eppure vive, insieme alla mamma, in una casetta a picco sul mare, su un’isola che d’estate si colora di blu e d’inverno di bianco, come la neve. Sarà proprio il mare nell’intensità della burrasca e nella placidità della bassa marea a regalargli strane e magiche avventure.

Octave è il primo numero delle graphic novel per la collana “Tipitondi“, dedicata ai giovani lettori, edita dalla Tunuè, ristampato per la prima volta in Italia. Scritto da David Chauvel (traduzione di Stefano Andrea Cresti), il fumetto è disegnato dall’artista francese Alfred, alter ego di Lionel Papagalli. Proprio all’infanzia del fumettista si rifà la storia di Octave, delle albe a pesca con il nonno e dell’immaginazione che nasce ad osservare il mare, a viverne i suoi risvolti e a fantasticare sul modo in cui gli animali marini vivono il fondale, loro che senza l’acqua non possono sopravvivere.

Ciò ci riporta al primo capitolo di Octave, dove il bambino incontra un gigantesco capodoglio parlante che si è arenato sulla terraferma, e chiede aiuto proprio al piccolo sognatore. Così, mentre i colori dei disegni si intensificano, quelli atti a rappresentare i sogni di Octave, il protagonista verrà letteralmente immerso nell’impresa di salvare il suo nuovo amico, un’impresa che è possibile solo ai bambini, alla loro immaginazione e alla loro personale ed ingenua quanto straordinaria considerazione che tutto può accadere. Le tonalità più intense sono proprio il blu e le sue sfumature, se non anche il giallo e l’arancione, che danno forza all’impatto dei momenti più significativi.

Octave ci fa credere che tutto è possibile

Octave è un bambino speciale, non solo perché crede nei sogni e nella sicurezza che le soluzioni irrealizzabili possano realizzarsi (quale adulto lo penserebbe davvero?) mettendo in pratica strategie e fidandosi, anche se con timore, del proprio coraggio, ma è speciale perché è diverso dagli altri. Nel testo c’è una piacevole dose di ironia che sorprende a tratti, resa in maniera esuberante dal disegno. I dettagli sono tratteggiati con cura e non mancano particolari; ma sicuramente l’aspetto migliore del fumetto è il colore, che rende perfettamente l’idea delle profondità marine e dei contorni offuscati ed “acquosi”, quando Octave, trasportato sul fondale, incrocia un’orata che gli chiede di aiutare tutti i pesci del mare a salvarsi dal malefico peschereccio, il nemico del mare.

E ancora, si lascerà prendere dalla tenerezza di un piccolo pinguino e lo aiuterà a ritornare nel suo habitat naturale; infine, nell’ultimo capitolo della storia, coopererà con una sula bassana per salvare il padre da “Marelandia”, un parco divertimenti a tema marino. Altruista ed audace come un piccolo combattente, Octave ci dà speranza. È l’emblema del coraggio e del miracolo dell’immaginazione, e la rappresentazione che ne fa Alfred conferisce all’ambientazione e ai personaggi una bellezza che porta, nell’immediato, a sognare. Anche se sei un adulto.

Ilaria Casertano

————————-
Octave è in offerta su Amazon. Clicca qui per acquistarlo!

Print Friendly, PDF & Email