Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Paolo Antonio Magrì e il suo Caos Ordinato illustrato by Zoen.

Paolo Antonio Magrì e il suo Caos Ordinato illustrato by Zoen

Esistono scrittori che sono simili a profeti: con la loro intuizione sono un passo nel futuro e anticipano i tempi.

Paolo Antonio Magrì ci offre la sua profezia in “Caos Ordinato”, il suo terzo libro edito nel 2018 da Ferrari editore.
Una raccolta di racconti brevi, scritti in momenti diversi nell’arco di due anni.
Le short stories,  insolite ed originali, danno vita a personaggi atipici su di uno sfondo fantastico, surreale.
Con stile semplice e sottile ironia, Paolo Antonio Magrì analizza il presente e indaga il futuro, ci avverte di qualcosa come offrendoci un presagio.

Magrì dice del suo libro: “L’atmosfera di Caos Ordinato stimola suggestioni, ravviva percezioni sensoriali, sconquassa le certezze offrendo schegge di vita nate dalla rabbia, dai profumi, dalla ribellione, dai ricordi, dalle visioni, dall’amore per le emozioni.”

“Caos ordinato” di Paolo Antonio Magrì: il caos e l’ordine in ogni racconto

Il titolo suggerisce l’essenza stessa di ogni racconto, ma anche il compito di chi scrive e di chi legge.
Lo scrittore è l’artefice del caos: un puzzle di situazioni assurde fatto di racconti apparentemente privi di logica e pieni di mistero.
Il lettore  è colui che deve mettere ordine al caos di messaggi che coesistono e si sovrappongono in ognuno dei  racconti per comprenderne la logica e il mistero.
In Caos, per esempio, l’assegnatore di anime viene appositamente manomesso provocando uno “scombussolamento” tra le  liste di assegnazione delle coppie di fratelli. La strategia del caos è efficace e necessaria: alla fine del racconto scopriamo come è nata l’Amicizia.
Illuminante è Medusa, l’ultimo racconto (e il più lungo), che ci tiene incollati alle pagine bramosi di scoprirne il risvolto finale. Una serie di “momenti”, intrecciati tra loro in un ordine cronologicamente sparso, raccontano di un attacco terroristico per opera di un gruppo islamico, mirato alla diffusione di “Medusa”, un virus da laboratorio, un’arma batteriologica sofisticata e letale. Perseo ne è il vaccino. Con riferimenti  al mito classico, Paolo Antonio Magrì descrive quello che è il mondo d’oggi proiettato in un futuro tecnologicamente e scientificamente avanzatissimo eppure a noi non così lontano.
Lunedì , invece,  racconta di Sonny e di suo nipote legati dalla vocazione alla scrittura, e tra le righe leggiamo : “ogni lettore ha il diritto di riscrivere il lavoro dell’autore” .

Forse è questo lo scopo di Paolo Antonio Magrì: renderci parte attiva del suo lavoro?
Forse sì, forse dovremmo chiederlo a lui.
Nel frattempo lasciamo che Caos Ordinato risvegli quella parte di noi che si era assopita.

Le illustrazioni di Zoen

I racconti di Caos ordinato sono affiancati alle illustrazioni di Alessandro Enzo, in arte Zoen, fumettista e illustratore veneziano.
È difficile dire chi, in questo duo geniale, accompagni l’altro. Certo è che le illustrazioni di Zoen non solo danno forma suggestiva alle parole di Paolo Antonio Magrì, ma allo stesso tempo stimolano la fantasia di chi le osserva e lasciano spazio alle infinite interpretazioni possibili. Come negli altri due romanzi di Paolo Antonio Magrì,  Soccer Town (2015) e Hero (2017) accompagnati dalle illustrazioni di Zoen.
Con “Game Over”, racconto numero due in Caos Ordinato, lo scrittore si è classificato al primo posto al concorso nazionale  Ciak si gira  e  al terzo posto alla II edizione del Concorso Letterario Nazionale Dolce Sole .

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email