Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Mezzosangue live con SVA CVIQVE PERSONA tour: Napoli ha il passamontagna

Mezzosangue live con SVA CVIQVE PERSONA tour: Napoli ha il passamontagna

Si è tenuto giovedì 23 gennaio il live di Mezzosangue che ha portato il SVA CVIQVE PERSONA TOUR anche a Napoli, tramite il Noisy Club, presso il suggestivo Common Ground di Agnano. Mezzosangue desiderava mettere su un live che “spaccasse” e ci è riuscito. Il SVA CVIQVE PERSONA TOUR, che ha girato l’Italia e che culminerà sul palco di Roma, stasera, sabato 25 gennaio, è una vera bomba. Un ritorno all’underground che mancava da un po’.

Mezzosangue live: si inizia con l’HURRICANE TOURNAMENT

Stacchiamo il biglietto, entriamo nel locale e… sul palco un octagon (una gabbia di mma): ospiterà i partecipanti alll’Hurricane Tournament della tappa di Napoli. Prima dell’inizio del live, ad inaugurare il palco, entrano in gabbia, invitati da Squarta (producer dei Cor Veleno e spalla forte di Mezzosangue) i partecipanti alla battle: Varden, V, Refuse, Chico, Dabbol, Smile, Alton, Cheyenne. Non è una Battle di freestyle – ognuno ha già scritto una strofa su di una base scelta in precedenza – ma sarà comunque il pubblico a scegliere il vincitore, proprio come tradizione vuole.

È questa la grande novità che accompagna il SVA CVIQVE PERSONA TOUR. Il progetto nasce nel settembre 2019, inaugurato dal singolo Out of the Cage: Mezzosangue dà la possibilità a giovani talenti selezionati di sfidarsi sul palco di ogni tappa del tour in una Live Battle per conquistare un posto in finale. I vincitori – tre cantanti e tre producer emergenti – saranno inclusi nell’Hurricane Mixtape Vol. 2. In un’intervista per Rolling Stones, Mezzosangue ha detto «Per me è quasi un modo per sdebitarmi con Capitan Futuro per la possibilità che mi ha offerto: l’idea è di portare in giro uno spettacolo in cui il pubblico e la giuria votano per dare accesso alla finale».

Quasi inneggiando a lui, il pubblico sceglie Smile come vincitore supremo di questa Battle. Sembra avere la stoffa di un vero artista, ha flow e rime. Ci auguriamo di vederlo, ancora una volta vincitore, sul palco della finale di Roma. Ma la conquista di quel palco e l’abbraccio sincero scambiato con Mezzosangue, saranno per lui già una vittoria. Buona fortuna Smile!

SVA CVIQVE PERSONA TOUR : Napoli ha il passamontagna

Con alle sue spalle Squarta ai piatti e Luca Martelli alla batteria, Mezzosangue sale sul palco fedele al suo passamontagna e l’attesa si trasforma in adrenalina di fronte a un mostro da palcoscenico del genere.

L’MCing  è nelle rime e nel flow, Mezzo ci intrattiene e ci riporta nell’atmosfera del vero Hip Hop. Più di un live, il SVA CVIQVE PERSONA TOUR ( che tradotto diventa: “A ciascuno la propria maschera”: «È il titolo di un quadro del XVI secolo esposto agli Uffizi, e rappresenta il concetto che ciascuno ha la propria maschera».) è una cerimonia collettiva. Sotto quel passamontagna non c’è semplicemente un viso, Mezzosangue ha detto «Sotto non c’è nessuna faccia, nessun nome, solo un’idea che parla».

Il live di giovedì a Napoli è stato l’ennesima conferma che Mezzosangue e il suo pubblico sono un solo corpo, dietro quella maschera respirano insieme, affiatati, legati da un’intesa inesauribile e una gratitudine reciproca. Il rispetto nei confronti di quel passamontagna che nessuno osa sfilare a Mezzosangue, è lo stesso rispetto nei confronti di un genere – quello HH – che sopravvive nelle liriche delle tracce della scaletta come Diventa quello che sei, Out of my mind, Ologramma, Armonia &Caos… nel panorama dell’Hip Hop, tra le più valide e stimate. Un rispetto che si espande silenzioso come la stima nei confronti di un artista che condivide lo stesso destino di molti rapper underground: non hanno forse grande visibilità, ma collezionano sold out in giro per l’Italia. La musica di Mezzosangue è stata definita come hardcore rap: la forza dei suoi pezzi è evidente,  un’energia che sembra inesauribile e che si muove come percorrendo un’orbita dal palco al pubblico in un movimento circolare instancabile. A contribuire anche Squarta, sempre pronto a far girare i dischi, e Luca Martelli che ha mostrato grande maestria con la sua batteria. Nessuno è stato fermo un secondo, tranne durante Parlami, il pezzo più commovente di tutti.

Giovedì era però una data particolarmente importante, si festeggiava un anniversario. Intonando “Tanti auguri a te” i fan hanno celebrato il quinto compleanno di Soul of a Supertramp, uscito il 23 gennaio 2015. Mezzosangue sembrava emozionato, la sua espressione era celata dal passamontagna, ma nei suoi occhi si può sempre leggere amore e soprattutto gratitudine.

I suoi fan affezionati, non l’hanno lasciato andare via facilmente. Il pezzo in più – quello fuori scaletta – è stato Nervermind.  Nei ringraziamenti finali il rapper, dopo aver ringraziato Squarta e Luca Martelli, ha ringraziato Mezzosangue dicendo: «Davanti a me, Mezzosangue» poi ha fatto un inchino ed è andato via.

Partecipare a SVA CVIQVE PERSONA TOUR è stato come prendere una boccata di cultura Hip Hop. Abbiamo goduto del talento che in un vero artista come Mezzosangue, sempre si affianca all’umiltà.

Ad immortalare il tutto con i suoi scatti, Emanuele Iadicicco.

 

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply