Seguici e condividi:

Eroica Fenice

“Esperienze Borboniche”, la terza serata sarà un inno alla primavera

Dopo il grande successo della seconda serata dedicata all’amore, la kermesse enogastronomica dell’Archivio Storico, “Esperienze Borboniche” non vuole smettere di stupire. Tema del terzo capitolo sarà la primavera.

Continuano gli appuntamenti storico – esperienziali del premium bar e ristorante del Vomero, l’Archivio Storico che porta avanti – con un occhio all’innovazione – la cucina dei Monzù, i cuochi dei Re della corte borbonica. Lo chef stellato Pasquale Palamaro, per il menù a stampo primaverile della serata del 27 marzo, non si distaccherà dal principio di stagionalità e utilizzerà asparagi, piselli, fave, fragole e limoni. Cucina e natura, si sa, sono da sempre strettamente legate: il rispetto per il cibo e per l’ambiente – tema di grandissima attualità – sono prioritari e la preparazione dei piatti non dovrebbe mai violarne i dettami, utilizzando, quindi, prodotti di serra o che mortificano le colture locali. Questa era una delle regole “auree” per  gli chef del re, i quali utilizzavano quasi esclusivamente ortaggi, verdure, agrumi e altri frutti raccolti principalmente nei giardini dei palazzi di corte. Le delizie destinate alle tavole reali allietavano gli ospiti durante i ricevimenti grandiosi e le spettacolari feste a cui partecipavano personaggi illustri che hanno fatto la storia del Regno partenopeo, che con i Borbone ha dunque vissuto una vera e propria rinascita.

In terzo appuntamento della kermesse è quindi dedicato, come accennato pocanzi, alla Primavera e ai suoi meravigliosi frutti.

Questo è il menù previsto: gamberi e asparagi fritti; sartù di riso primaverile; crostata con fior di ricotta, fragole e limone. Ad ogni piatto, come sempre, sarà abbinato un nuovo cocktail, in questo caso, floreale, preparato dal bar manager della struttura, Salvatore D’Anna (il “Floridiana – Sanmartino”), e due vini dell’azienda “Vitematta” (il “59 Vitematta” soumante metodo Martinotti Aglianico rosè, e “Il Principe”, un Asprinio spumante Metodo Classico).

Cibo, e non solo.  Salvatore Lanza, dell’Associazione Culturale Neoborbonica, sarà cantore di interessanti vicende e aneddoti legati alla famiglia dei Borbone, mentre Tommaso Luongo dell’AIS Napoli  introdurrà a sua volta l’intervento dei rappresentanti dell’azienda Vitematta che racconteranno la storia della cooperativa che porta avanti con la sua cantina l’obiettivo di contribuire all’emancipazione sociale e lavorativa del territorio casertano attraverso la cura e l’inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati nel settore dell’agricoltura e della vinificazione.

Il costo della cena è di 30 euro. Per ulteriori informazioni e prenotazioni è possibile chiamare il numero 375 6089682.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *