Seguici e condividi:

Eroica Fenice

O' Quatt e Maggio e la Napoli esoterica

O’ Quatt e Maggio e la Napoli esoterica

Giovedì scorso nel cuore di Via Carlo Poerio 90/a, precisamente da “Scaramanzia Napoli”, si è svolto O’ Quatt e Maggio… colori, profumi, emozioni, evento organizzato dall’Arch. Massimiliano Santangelo con il patrocinio del Comune di Napoli per Il Maggio di Monumenti.  Ad accompagnare il viaggio nei luoghi e nei profumi di una Napoli esoterica sono stati gli oggetti “scaramantici” prodotti da artigiani napoletani, come l’arco di Virgilio e la sua freccia e le fotografie di Antonio Gargiulo, consulente finanziario di professione e fotografo per passione; partendo da Santa Brigida, il profumo di mare si percepisce nell’immagine di Palazzo Donn’Anna a Posillipo fino ad arrivare a Spaccanapoli e al centro storico, soffermandosi su immagini come il corno rosso e il sangue, simboli significativi della città partenopea, come ombre di fantasmi in cerca di pace e giustizia.

Attraverso le leggende e i misteri della Napoli esoterica

Questo viaggio “scaramantico”  durerà fino alla fine di maggio per poi proseguire con il “Boat Tour scaramantica”: un tour a bordo di un gommone alla scoperta della Napoli esoterica con una guida turistica che percorrerà i luoghi di miti e leggende tra cui Capo Posillipo, Mergellina e Castel dell’Ovo, per conoscere i misteri di una città che non finisce mai di stupire. Si soffermerà su alcuni edifici di Posillipo legati a misteriosi aneddoti, come quello di Palazzo Donn’Anna e quello di Palazzo degli Spiriti, per poi proseguire verso l’opera del “Diavolo di Mergellina” nella chiesa di Santa Maria del Porto.

Infine, al Castel dell’Ovo, che si dice debba il suo nome  alla celebre leggenda dell’uovo di Virgilio, storia legata ai suoi interessi di alchimista e mago. La storia narra che depose un uovo in una gabbia murata all’interno del castello: profetizzò che quando  l’uovo si fosse rotto, l’edificio sarebbe crollato.