Seguici e condividi:

Eroica Fenice

mapils

“Without Borders”: opere d’ arte prive di confini formali, nel salotto buono di Palazzo Serra di Cassano

Il 10 Maggio, nello storico Palazzo Serra di Cassano, è stata inaugurata l’ associazione culturale MaPiLs. L’ opening è stato affidato all’ artista Gaetano Orazio ed alla sua esposizione dal titolo “Without Borders”, a cura di Maria Pia De Chiara, collaborata da Stella Orazio e Maria Laura Baldascini. L’esposizione sarà aperta al pubblico fino al 20 Giugno.

Gaetano Orazio, poeta e pittore, torna a Napoli dopo 30 anni condividendo il concept di MaPils. Il progetto espositivo sposa perfettamente con l’ idea di Maria Pia De Chiara di offrire alla città un spazio libero. MaPiLs è molto di più di una semplice galleria, è un luogo dove si può vivere e respirare l’ arte. Appena si entra nell’ “open space”, sedendosi comodamente in poltrona, è possibile sfogliare uno dei tanti cataloghi contenuti nella libreria vintage.

Gli ospiti sono avvolti da bianche pareti dove con cura e professionalità Maria Pia ha creato un dialogo emozionale tra le opere in mostra.

Without Borders: “dal vocabolario della polvere”

Gaetano Orazio propone una rivoluzione con il suo linguaggio. L’ anima dell’ artista è la base della sua poetica. Su tele prive di cornici, segni, macchie e colori appaiono energie tratte da Madre Terra e “sorella poesia”.

Il suo linguaggio riprende elementi romantici tra arte e vita. Come artista e come poeta si fa interprete ed intermediario tra la natura e l’ uomo. Gaetano esprime il suo stato d’animo e i sentimenti attraverso la violenza del colore, la sintesi della forma e l’incisività del segno. Da espressionista astratto, Gaetano, esalta la deformazione dei corpi, l’esasperazione dei colori e la consistenza tonale del chiaroscuro. L’uso dei colori , cancellando la distinzione tra figure e sfondo, dando come risultato una composizione alquanto astratta ma chiaramente nostalgica, disorienta lo spettatore.

Maria Pia De Chiara, che ringraziamo, ci ha detto chel’open space in futuro accoglierà mostre fotografiche, installazioni e performance. A tal proposito ricorda che il 12 Maggio, alle 20.30, Gaetano Orazio proporrà agli ospiti di MaPiLs, “Effetti postumi”, performance artistica istantanea con la partecipazione di Moreno Pirovano”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *