Città più ricche d’Italia: la top 15

Città più ricche

Vi siete mai chiesti  qual è la città più ricca d’Italia?

L’Italia presenta oltre 8000 comuni, alcuni più ricchi di altri. I datti analizzati fino al 2022 hanno visto le province di Milano sempre al primo posto, seguite da quelle di Monza Brianza, Bologna, Lecco, Parma e Bolzano. Al Sud abbiamo una situazione ben diversa: Napoli, ad esempio, si trova al 48° posto, anche se nel 2010 era al 42° posto. Grazie alle statistiche fatte dal Ministero dell’economia e delle finanze, possiamo scoprire quali sono le città più ricche d’Italia in questa top 15.

15. PIEVE LIGURE (GE)

La classifica delle città più ricche d’Italia si apre con una provincia genovese, la più ricca di tutta la Liguria, con un reddito di €36.100

14. BALDISSERO TORINESE (TO)

Si tratta del più ricco tra i comuni del Piemonte, in provincia di Torino, con un reddito di €36.233

13. ARESE (MI)

Al tredicesimo posto delle città più ricche d’Italia troviamo un comune milanese che ha visto recentemente l’inaugurazione del centro commerciale più grande d’Europa. Il reddito di questa provincia è di €36.918

12. LUVINATE (VA)

Troviamo nella classifica il primo comune veneto, della provincia di Varese, con un reddito di €36.935

11. MILANO

Milano è il l’unico capoluogo che compare nella top 15 delle città più ricche d’Italia, con un reddito di €37.309

Città più ricche d’Italia, posizione dalla 10 alla 6

10. PECETTO TORINESE (TO)

Altro comune della provincia di Torino, con un reddito leggermente più alto rispetto alla città di Milano: €37.453

9. VEDANO AL LAMBRO (MB)

Vediamo comparire in questa classifica anche un comune della provincia di Monza Brianza con un reddito di €37.540

8. CAMPIONE D’ITALIA (CO)

Si tratta di un territorio che si trova nel territorio svizzero, ma che è un comune della provincia di Como. Questo comune, conosciuto per la presenza di un famoso Casinò ma anche per le agevolazioni fiscali infatti viene definito “Paradiso fiscale”, ha un reddito pari a €37.687

7. SEGRATE (MI)

Ennesimo comune della provincia di Milano, con un reddito di €38.055

6.  LAJATICO (PI)

Unico comune della provincia di Pisa presente in questa top 15 delle città più ricche d’Italia, Lajatico è il comune toscano più ricco, con un reddito di €38.132

La top 5

5.  TORRE D’ISOLA (PV)

Ci avviciniamo sempre di più al podio. Al quinto posto c’è Torre d’Isola che è un paesino in provincia di Pavia che ha poco più di 2300 abitanti e il cui reddito supera i  €38.487

4.  PINO TORINESE (TO)

Pino Torinese, in provincia di Torino, si aggiudica il quarto posto tra le città più ricche d’Italia con 8500 abitanti e un reddito di €41.041

3.  CUSAGO (MI)

Cusago è un piccolo centro della provincia di Milano che conta quasi 4000 abitanti, con un reddito di €43.213, classificandosi al terzo posto.

2. BADIA PAVESE (PV)

Badia Pavese è il secondo comune più ricco di Italia e il primo della provincia di Pavia. Con 421 abitanti, arriva ad un reddito di €44.400.

1.  BASIGLIO (MI), LA CITTÀ ITALIANA PIÙ RICCA

Basiglio si conferma al primo posto come comune e città italiana più ricca con un reddito di €52.279. Il primato di questo comune si spiega grazie al progetto immobiliare chiamato “Milano 3”, sviluppato dall’azienda Edilnord di Silvio Berlusconi. Questa classifica del 2023 conferma ancora una volta la presenza di comuni per lo più della città lombarda, Milano.

E la città più povera?

Il comune più povero d’Italia, in base ai dati diffusi dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, è in provincia di Como. Si tratta di Cavargna, la città italiana con il reddito più basso. Nella località lombarda, nel 2020 sono stati dichiarati 6.525 euro dai suoi 100 contribuenti. Una cifra irrisoria, che però in realtà sembrerebbe avere un motivo preciso.

Se sei interessato all’economia del nostro paese, dovresti leggere anche https://www.eroicafenice.com/notizie-attualita/reddito-di-cittadinanza-cose-e-come-funziona/

Immagine di copertina: Pixabay

A proposito di Sofia Bianco

Vedi tutti gli articoli di Sofia Bianco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *