Seguici e condividi:

Eroica Fenice

escher a Palazzo Albergati

Escher in mostra a Bologna a Palazzo Albergati

Maurits Cornelius Escher (1898-1972), pittore, incisore e grafico olandese, è in mostra a Bologna, a Palazzo Albergati, per le cure di Marco Bussagli e la collaborazione di Federico Giudiceandrea, possessore delle opere esposte. Noi di Eroica Fenice abbiamo deciso di andare a vedere la mostra per raccontarvi a cosa andate incontro scegliendo di fare una trasferta per vederla.

L’esposizione comprende oltre 150 opere e segue un percorso che segue lo sguardo dell’artista sulla natura, soprattutto quella italiana, che esercitò un grande fascino sull’olandese durante i suoi lunghi soggiorni nella penisola. Attraverso le opere in mostra si riesce a comprendere in che modo Escher osservasse la natura, trovando al suo interno la regolarità geometrica che contraddistingue le sue opere, e si seguono i suoi spostamenti in Italia. Sono presenti, infatti, opere realizzate a Roma (tra cui alcuni scorci notturni della capitale) dove abitò a lungo con la sua famiglia, insieme a litografie con soggetti calabresi, siciliani e abruzzesi. Sono addirittura presenti alcune mattonelle della casa romana dell’artista, da lui disegnate con le consuete forme geometriche.

Nel percorso sono presenti anche momenti ludici che mostrano al visitatore elementi ovvio visti con un nuovo punto di vista (come i vasi, le cui ombre possono anche apparire come profili umani) in modo da mostrare il modo in cui Escher immaginava ciò che vedeva. Sono anche stati previsti degli angoli della mostra dove poter scattare foto per sentirsi all’interno dell’opera d’arte.

La mostra segue anche la ricerca dell’artista di riempire spazi finiti (come la carta) con l’infinito, che deriva dallo studio dei sistemi di piastrellazione iniziati dopo essere stato a Siviglia e a Cordoba.

I suoi lavori hanno influenzato molto l’arte successiva, come dimostra la presenza di due sale dedicate agli influssi di Escher nell’arte, nella tipografia e nel cinema (basti pensare al recente Inception). Chi non ricorda le sue scale o la serie delle Metamorfosi?

La mostra, inaugurata il 12 marzo, resterà aperta fino al 19 luglio 2015.

-escher in mostra a bologna-