Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Leonardo da Vinci

Leonardo da Vinci. Il disegno del mondo

Leonardo da Vinci al Palazzo Reale di Milano rappresenta uno degli eventi di punta dell’Expo 2015.
Leonardo 1452-1519. Il disegno del mondo sarà inaugurata il 16 aprile e proseguirà per 90 giorni, concludendosi il 19 Luglio. Viene presentata come la più grande mostra monografica mai realizzata in Italia, e in effetti un evento del genere si era svolto solo nel 1939. Il percorso presenta opere di un genio poliedrico che fu artista ma anche scienziato, tecnico, una mente curiosa d’indagare ogni anfratto della conoscenza umana.
Dodici sezioni che raccolgono l’opera di Leonardo da Vinci:

1. Il Disegno come fondamento
2. Natura e scienza della Pittura
3. Il Paragone delle Arti
4. Il Paragone con gli Antichi
5. Anatomia, fisiognomica e moti dell’animo
6. Invenzione e Meccanica
7. Il Sogno
8. Realtà e Utopia
9. L’unità del sapere
10. De coelo et mundo: immagini del divino
11. La diffusione e la fortuna: dai leonardeschi al “Trattato della Pittura”
12. Il Mito

E così dipinti, disegni, manoscritti sono stati raccolti da musei italiani e del mondo, con non poche difficoltà da parte degli organizzatori.
Si tratta, è importante sottolinearlo, di un evento che non attinge da fondi expo o pubblici; esso inizia la sua storia nel 2009 quando la casa editrice Skira, che affianca al lavoro editoriale quello della produzione di grandi mostre, propone di realizzare un grandioso evento su Leonardo per l’Expo 2015. Raccogliere le grandi opere di Leonardo da Vinci da decine di musei sparsi nel mondo sembra un’operazione complessa, soprattutto se si pensa alle opere di Leonardo come il tesoro che “l’avaro” (da Plauto a Moliere) custodisce con enorme tenacia e che vorrebbe lontano dagli occhi di tutti. Eppure, paradossalmente, sappiamo che Londra, nella persona della stessa regina, ha ceduto ben 30 dei 34 lotti richiesti, o ancora Parigi, che seppur non privandosi della Mona Lisa (e come dargli torto? Neanche Leonardo da Vinci lo avrebbe fatto) ha inviato fra l’altro tre dipinti tra cui la Belle Ferronière, che sono stati disponibili da subito e senza richiedere denaro; la situazione è stata ben diversa, per citare ancora un museo estero, a Cracovia, dove inamovibile giace La dama con l’ermellino. Ma ciò che soprattutto lascia senza parole è di certo la reazione di alcuni musei italiani.

Citerò fra questi (ma è bene tenere presente che molti musei sono stati ben lieti di aderire all’iniziativa) solo gli Uffizi, come rappresentante della cultura e dell’arte italiana nel mondo, che non hanno voluto in alcun modo accettare di separarsi dall’Annunciazione leonardesca.
Al di là di questi braccio di ferro tra nazioni, o di sabotaggi in patria, la mostra di Leonardo Da Vinci promette di essere uno dei più grandi eventi degli ultimi decenni, che né il guadagno né i piccoli giochi di potere e prestigio dovrebbero impedire. La circolazione delle opere, come della cultura e dell’arte, non dovrebbe vedere ostacoli, solo volontà d’aderire ed entusiasmo di offrire nient’altro che bellezza e stupore agli occhi del mondo.

Dove: Palazzo Reale di Milano
Quando: dal 16 Aprile al 19 Luglio
Orari: lunedì 14.30-19.30;
martedì, mercoledì, venerdì e domenica 9.30-19.30;
giovedì e sabato 9.30-22.30

– Leonardo da Vinci. Il disegno  del mondo – 

Print Friendly, PDF & Email