Gioco legale: regolamentazione per operare in Italia

Il gioco online in Italia sta attirando sempre più curiosità fra i giovani: il continuo aumento dei numero di utenti che si iscrivono alle piattaforme di giochi digitali sta facendo diventare il mondo del gioco online un’industria sempre più in costante crescita, questo grazie anche a tecnologie sempre più avanzate e innovative: proprio per questo motivo sono state introdotte leggi che regolano e certificano la legalità dei giochi per garantire maggiore sicurezza a tutti gli utenti, prevenendo le varie forme di evasione, frode, truffa e riciclaggio di denaro sporco.

All’interno della Comunità Europea, ad oggi, non esiste alcuna normativa che regoli il gioco online; a tal proposito il Parlamento Europeo ha lasciato carta bianca agli Stati membri di provvedere alla regolamentazione dei gaming online autonomamente. Essendo il mondo dei giochi online in continua evoluzione, anche le normative che lo regolano si adeguano e si modificano continuamente. Ma quali sono le regole che gli operatori dei siti di gioco online devono seguire per essere considerati legali??

 

Certificazione AAMS

L’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato è l’agenzia delegata dal Governo che controlla e certifica la regolarità dei giochi online e il rispetto nei gaming di tutte le discipline legislative.

Per ottenere la licenza l’operatore dovrà inoltrare una domanda accompagnata da tutti i progetti relativi alla piattaforma online e alla tipologia di software installato all’ADM, Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Stato, che controlla la veridicità della richiesta; una volta accettata la domanda l’operatore avrà la certificazione AAMS, che dovrà essere rinnovata annualmente dopo i relativi controlli (possibilità di revoca del permesso dell’esercizio online al terzo controllo ADM non valido).

La normativa italiana che vige sui giochi online obbliga tutti gli operatori certificati a:

– mostrare sui propri siti la dicitura AAMS (deve essere esposta in maniera ben visibile sulla pagina web del gioco)

– a una totale trasparenza sulle varie operazioni economiche,

– alla sorveglianza e alla vigilanza contro frodi, truffe e riciclaggio (ad oggi lo Stato prevede multe salatissime per coloro che non rispettano le norme vigenti relative ai siti di giochi online).

E’ possibile trovare sul sito ufficiale dell’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato la lista dettagliata di tutti i siti di casino online Italia di tutti gli operatori legali e autorizzati (sul sito sono elencati anche i siti illegali per avvertire gli eventuali utenti tentati ad iscriversi).

 

EtàL’agenzia AAMS ha determinato per la sicurezza e la privacy dei propri utenti un limite minimo di età per partecipare ai giochi online: soltanto coloro che hanno compiuto la maggiore età potranno accedere ai siti di giochi online; entro 30 giorni dal momento della registrazione l’utente dovrà inviare documento di identità valido e codice fiscale per permettere, in questo modo, all’AAMS di poter eseguire tutti i controlli sul nuovo iscritto registrato e così garantire il rispetto di tutti i requisiti di legge: nell’attesa delle varie verifiche l’utente potrà ugualmente giocare online ma senza possibilità di prelevare denaro nel caso di un’eventuale vincita durante le partite.

 

I rischi del gioco

La normativa dichiara l’obbligo da parte degli operatori di gioco online di mostrare a tutti gli utenti durante le partire banner in cui si sottolineano e si ripetono i rischi che il gioco procura, quali dipendenza: questo allo scopo di tutelare i consumatori e fornire tutte le informazioni necessarie circa i rischi a cui vanno incontro. Proprio per questo motivo, da qualche anno, è stato approvato il Piano d’azione Nazionale, per la prevenzione, la cura e la riabilitazione per i soggetti dipendenti dal gioco.

Divieto di sponsorizzazione

Con l’introduzione del Decreto Balduzzi, altra riforma legislativa legata alla regolamentazione per i giochi, si è iniziato a vietare la sponsorizzazione di giochi con vincite di soldi reali in trasmissioni sia televisive che radiofoniche, attraverso la pubblicità su riviste, giornali, o durante rappresentazioni cinematografiche e teatrali; questa riforma si è ampiamente evoluta qualche anno dopo con il Decreto Dignità in cui viene vietata la sponsorizzazione di qualsiasi tipo di gaming online attraverso i mass media o qualsiasi altro mezzo di comunicazione di massa.

Conto di gioco

 

Per tutti i giochi online la normativa prevede un ‘conto di gioco’: consiste nella creazione di un conto a nome dell’utente (dopo la presentazione di documenti che dichiarino la propria identità) dove vengono registrate le operazioni di gioco, insieme alle ricariche, i prelievi e il contratto di apertura del conto. E’ fondamentale che ci sia la più totale trasparenza nelle clausole di apertura del conto di gioco nel tutelare la privacy dei giocatori e la sicurezza nei metodi di pagamento sia nei versamenti sul conto che sui prelievi: un sito legale e sicuro deve essere protetto da appositi programmi che criptano i dati personali dell’utente rendendoli visibili solo agli operatori AAMS che effettuano i controlli.

Questi maggiori controlli sono stati creati per prevenire eventuali forme di riciclaggio all’interno dei siti di gioco online.


Autoesclusione

La nuova regolamentazione nei giochi online offre a ogni giocatore la possibilità di autoescludersi dalla piattaforma di gioco: l’autoesclusione può essere temporanea o permanente; nel primo caso il giocatore può decidere di astenersi dal gioco per 30, 60 o 90 giorni e al termine del periodo prestabilito la revoca sarà automatica. Nel caso di autoesclusione permanente l’utente potrà richiedere la revoca solo dopo 6 mesi.

La normativa italiana che regola il gioco online è suddivisa in nazionale, regionale e comunale, quindi è proprio già da un punto di vista territoriale che partono i relativi controlli di verifica e vengono creati e garantiti i metodi di disciplina dei giochi online. I siti di gioco online certificati AAMS e validi prevedono la possibilità per ogni giocatore non solo di autoescludersi, ma anche di impostare limiti di perdita, per garantire a se stesso un gioco responsabile e consapevole. La nuova legge sulle vincite impone agli operatori di gaming il pagamento di vincite superiori a 999,99€ tramite assegno o bonifico bancario, per garantirne la tracciabilità: le vincite incassate sono al netto delle tasse, è infatti la casa di gioco stessa a versare le tasse relative all’importo della vincita, perciò i giocatori contribuenti non dovranno preoccuparsi di dichiarare le vincite; la responsabilità in eventuali controlli del Fisco ricade completamente sugli operatori del gioco.

In sintesi, l’obiettivo delle norme che regolano i siti di giochi online è quello non solo di prevenire atti illegali, ma soprattutto quello di tutelare il consumatore nel suo benessere fisico, psicologico ed economico, garantendo e assicurando un gioco legale, sicuro, ma soprattutto responsabile.

A proposito di Mirko Garofalo

Vedi tutti gli articoli di Mirko Garofalo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *