Hygge in ufficio: come rendere più confortevole il luogo di lavoro

Hygge è una parola danese che significa sentirsi a proprio agio, essere in una situazione o in un luogo confortevole e provare un senso di benessere. Negli ultimi anni questo concetto tutto sommato semplice è diventato un trend globale dando vita a numerosi libri, articoli e video dedicati all’esplorazione del “segreto danese della felicità”. Sebbene definirlo una filosofia sia piuttosto azzardato e più che altro una questione di moda, non c’è ragione per non prenderlo come spunto per creare ambienti più piacevoli. Del resto, i danesi hanno certo qualcosa da insegnarci su come rimanere al caldo e a proprio agio durante i freddi mesi invernali. Ecco allora alcune idee per dare un tocco di hygge al proprio luogo di lavoro, per un ufficio confortevole e produttivo.

  1. Angolo per la pausa: non solo caffè

 

Un angolo per preparare bevande calde, da sorseggiare in un momento di pausa oppure da portare alla propria scrivania, non può mancare se si vuole creare un’atmosfera di hygge. Molti luoghi di lavoro mettono a disposizione dei dipendenti una macchina del caffè, ma può essere una buona idea offrire qualche opzione in più per soddisfare tutti i gusti. Aggiungere alcune varietà di tè, tisane e cioccolata calda, oltre a un bollitore elettrico per preparare le bevande, non richiede un grande investimento ma avrà un impatto sicuramente positivo. Del resto, intervallare il lavoro con brevi pause per rifocillarsi e socializzare è uno dei modi più efficaci per tornare alla scrivania più concentrati e motivati di prima.

 

  1. Aggiungere qualche semplice decorazione stagionale

 

Mano a mano che le giornate si accorciano, non è raro iniziare a sentirsi giù di corda e senza energie. Proprio per questo, cercare di rendere più piacevoli gli interni con semplici decorazioni stagionali può aiutare a ritrovare un po’ di buon umore. Per creare un ambiente confortevole, senza esagerare con le distrazioni, l’azienda può ordinare gadget natalizi in materiali naturali per aggiungere un pizzico di hygge senza grossi sforzi. Si possono inoltre distribuire ai dipendenti sottobicchieri decorativi a tema natalizio personalizzati con il logo aziendale, da utilizzare alla scrivania o da portare a casa. 

 

  1. No alla radio e alla musica in filodiffusione

 

Concentrarsi sulle proprie mansioni con la musica in sottofondo non è facile per tutti, e lo diventa ancora meno se non si può scegliere che cosa ascoltare e a che volume. Per alcune persone è addirittura utile eliminare ogni rumore circostante attraverso le cuffie che cancellano il suono, in modo da evitare di essere distratte. In ogni caso, è meglio non imporre l’ascolto di una stazione radio o di una playlist in filodiffusione all’intero ufficio: l’ambiente che ne deriva sarebbe per molti tutt’altro che confortevole.

 

  1. Portare la natura in ufficio

 

È ormai risaputo che le piante hanno numerosi benefici sulla salute delle persone, e un tocco di verde basta spesso a ravvivare anche l’ambiente più asettico. È quindi consigliato aggiungere all’ufficio piante da interni grandi o piccole, magari invitando i dipendenti a portare una pianta grassa o un vaso di fiori per la loro scrivania. Negli spazi dedicati alle pause, oppure nelle sale riunioni, altri elementi naturali come pietre decorative, conchiglie, un terrario o un acquario potranno rendere gli ambienti più rilassanti e piacevoli.

 

  1. Attenzione all’illuminazione

 

Le luci fluorescenti tipiche di molti uffici sono un modo efficiente per illuminare grandi ambienti, ma danno agli spazi un aspetto sterile e tutt’altro che accogliente. Certamente non è possibile eliminarle del tutto, ma quando la disposizione dell’ufficio lo permette si possono aggiungere lampade da tavolo o da scrivania con una luce più morbida. Da non dimenticare, poi, l’illuminazione naturale: l’ideale è sistemare le scrivanie in modo da utilizzare il più possibile la luce del sole.

 

  1. Scegliere soluzioni ergonomiche

 

Sentirsi a proprio agio in un ambiente confortevole è impossibile quando si sta per ore seduti su una sedia scomoda. Le sedute ergonomiche da ufficio sono indispensabili per evitare al personale problemi fisici come mal di testa e dolori a schiena e spalle. A maggior ragione devono essere utilizzate se si desidera creare un ufficio più hygge, nel quale i dipendenti possano sentirsi a proprio agio per lavorare in tutta serenità.

 

I vantaggi di un ufficio confortevole

 

Dare un tocco hygge all’ufficio non è soltanto un modo per stare al passo con le tendenze, ma ha alcuni vantaggi concreti. Lavorare in un ambiente confortevole permette ai dipendenti di essere più rilassati, diminuendo lo stress quotidiano e favorendo quindi concentrazione e produttività maggiori. In seguito all’introduzione delle misure volte alla diminuzione dei consumi energetici, inoltre, è un ottimo momento per sdoganare l’uso di copertine, cuffie calde e morbide sciarpe anche sul luogo di lavoro. Questi elementi immancabili di ogni ambiente hygge che si rispetti aiuteranno il personale a sentirsi a proprio agio anche a 19 gradi, mentre l’azienda risparmia sulle bollette dell’elettricità.

A proposito di Mirko Garofalo

Vedi tutti gli articoli di Mirko Garofalo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *