La lavasciuga: l’elettrodomestico di cui non puoi più fare a meno

Al giorno d’oggi, tra i mille impegni lavorativi e non, tra le tante passioni dei ragazzi e le situazioni d’emergenza che si possono creare ogni giorno, non c’è più molto tempo da poter dedicare al bucato. I genitori e i figli, infatti, si ritrovano spesso a dover fare diverse cose in una sola giornata, sempre di fretta.

In questi casi, serve un primo cambio per andare al lavoro oppure a scuola, un secondo cambio d’abiti per affrontare al meglio gli allenamenti in palestra o altre attività extra e, a volte, un terzo outfit per le serate in compagnia. Con la continua ripetizione della routine quotidiana, diventa praticamente impossibile, senza degli specifici elettrodomestici, stare sempre al passo con una vita tanto frenetica. Le migliori lavasciuga online, ad esempio, permettono di diminuire i normali tempi d’attesa, dando la possibilità agli utenti di preimpostare dei lavaggi brevi.

Negli ultimi tempi, sembra sia tornato a crescere l’interesse generale verso le lavasciuga, in quanto considerate degli elettrodomestici multifunzione e salvaspazio, ideali quando in casa non si può dare molta metratura alla zona lavanderia.

La guida di oggi aiuterà a capire meglio come le lavasciuga si siano trasformate in apparecchi indispensabili.

La lavasciuga: il bello di essere un prodotto due in uno

Già il nome associato all’elettrodomestico lascia intuire che in esso ci sia un qualcosa in più, che è dato dal suo essere un prodotto due in uno. Soltanto le lavasciuga, in effetti, riescono ad assicurare la chiusura di un ciclo completo di pulizia dei capi (lavaggio e asciugatura) con un unico apparecchio.

Trattando dell’aspetto di doppia azione delle lavasciuga, è d’obbligo un approfondimento circa la durata dei loro cicli completi. Nei modelli di lavasciuga di ultima generazione, si possono impostare dei cicli brevi, per capi in cotone oppure fatti di tessuti misti, a patto che non superino il chilo e mezzo di carico, da 6 ore e 30 minuti. Mentre, dovranno attivarsi quei cicli completi da 9 ore per i carichi pesanti, costituiti da tessuti diversi e da vari colori.

È logico aspettarsi, nel prossimo futuro, delle nuove lavasciuga con dei programmi sempre più brevi e ancor meglio personalizzati.

Le lavasciuga: il loro carattere salvaspazio

L’altro punto di forza delle moderne lavasciuga è dato dal loro carattere salvaspazio, che le rende facilmente inseribili persino nelle piccole lavanderie.

Come sopra messo in evidenza, essendo degli elettrodomestici due in uno, le stesse permettono di evitare l’acquisto separato di più elettrodomestici, che, ovviamente, richiederebbero ambienti più grandi in cui essere installati. Per questi motivi, le lavasciuga di recente produzione piacciono tanto agli studenti fuorisede e alle giovani coppie.

Per ragioni di completezza, è giusto ricordare che i formati standard di questi elettrodomestici sono di 85 centimetri in altezza, di 80 centimetri in larghezza e di 60 centimetri in profondità.

Le lavasciuga: il vantaggio della sostenibilità e del risparmio energetico

Oltre agli aspetti già descritti, a spingere verso l’acquisto di una lavasciuga c’è anche la grande sostenibilità e l’alto grado di risparmio energetico che da essa derivano. I modelli recenti, infatti, riescono a ridurre i consumi d’acqua e di energia elettrica tramite un’asciugatura condensante ad aria fredda, proveniente dall’esterno.

Se la condensazione non dovesse risultare immediata, l’alternativa sono quelle lavasciuga dotate di una pompa di calore, cioè di un vero e proprio motore capace di ottimizzare la circolazione dell’aria calda all’interno del cestello. Il risultato finale sarà una perfetta asciugatura in tempi brevi.

Solitamente, tra la versione a condensazione dell’aria fredda e la versione a pompa di calore compare una differenza di prezzo che si ricollega alle molteplici funzionalità, alla diversa potenza degli elettrodomestici ma soprattutto alla qualità delle componenti inserite, sia all’interno che all’esterno della lavasciuga. 

A proposito di Mirko Garofalo

Vedi tutti gli articoli di Mirko Garofalo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.