Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Smettere di fumare, come farlo e quali sono i benefici

Recenti studi affermano che i fumatori in Italia aumentano sempre più, nonostante siano ben chiari i rischi legati al fumo e le relative patologie indotte da esso crescano a dismisura. Smettere di fumare non è semplice, ma esistono dei metodi alternativi che aiutano ad affrontare tale percorso.
Presupposto fondamentale per poterci riuscire è prepararsi a tale passo, con grande anticipo, creando una sorta di tabella che comprenda tutte le strategie utili a concentrarsi sull’obbiettivo, soprattutto per non scoraggiarsi o demotivarsi.
È importante scegliere una data entro la quale smettere definitivamente di fumare; molti fumatori, solitamente, concentrano l’azione in un arco temporale di due settimane, durante le quali bisognerà prepararsi psicologicamente a compiere tale passo. Sono da evitare quei giorni particolarmente frenetici, nei quali si hanno molte attività da svolgere e si tende ad essere più stressati; tutte situazioni e circostanze che aumentano nella persona  la tentazione di accendere una sigaretta.
Altro fattore da non sottovalutare, per smettere di fumare, è la vicinanza di persone care, che possano motivare e quindi aiutare a compiere definitivamente e senza ripensamenti, questo passo. Ad esempio, informare la propria famiglia rispetto a questa decisione, magari un giorno prima rispetto al giorno prestabilito, è uno stimolo di notevole importanza.
Questi sono alcuni dei passaggi cardine di una decisione così importante e soprattutto salutare. In quest’ottica, appare necessario sottolineare che, al di là di tutto, ciò che veramente conta è capire le motivazioni per le quali si decide di smettere di fumare. Bisognerà ricordare ogni giorno la propria decisione, come vettore verso il quale convergere.

Uno dei problemi principali quando si smette di fumare, è quello dell’astinenza.

Come risolvere l’annoso problema dell’astinenza?

Le sigarette contengono nicotina, una sostanza che crea una fortissima dipendenza. Quando si smette di fumare, l’organismo ha bisogno di tempo, affinché possa abituarsi all’assenza di nicotina, e dunque, attraversa una vera e propria fase di astinenza. Un processo sicuramente spiacevole, con il quale bisogna necessariamente fare i conti, ma che è possibile superare con strategie opportune messe a punto prima di intraprendere tale strada.  Ad esempio, per gestire al meglio i sintomi propri dell’astinenza si può modificare il proprio stile di vita e ricorrere a farmaci blandi, molti dei quali sono in vendita in farmacia senza ricetta. Esistono inoltre alcune applicazioni (scaricabili sul proprio cellulare) e delle linee telefoniche alle quali rivolgersi.
La voglia irrefrenabile di fumare, dura solitamente 5-10 minuti, durante i quali bisogna assolutamente distrarsi, affinchè la mente possa concentrarsi su altro. Bisogna ricordare, inoltre, che esistono dei gruppi di ascolto ai quali rivolgersi quando si decide di smettere di fumare. Capire se nella propria zona esistano gruppi di ascolto è semplice basterà chiedere al proprio medico di base.

Smettere di fumare e sconfiggere la dipendenza da nicotina

Quando un fumatore smette di fumare, dovrebbe tener presenti due aspetti fondamentali; non si tratta solo di sconfiggere una dipendenza, bensì due. La dipendenza da nicotina è doppia: da un lato essa è una dipendenza fisica (data dalle sostanze contenute nella sigaretta) e dall’altro è una dipendenza di tipo psicologico (legata alla ritualità del fumare).

Quali sono i benefici quando si smette di fumare

Smettere di fumare induce dei benefici che nel corso del tempo diventeranno chiari e sempre più numerosi. Smettendo di fumare diminuisce il rischio di tumori, infarto, malattie respiratorie. Si ritroveranno l’olfatto e il gusto, che il tabagismo influenza notevolmente. Si potranno riscoprire sapori e profumi. Da non sottovalutare poi, la salute delle persone intorno a sé, che respirano il cosiddetto fumo passivo e sono più esposte dunque a malattie respiratorie o cardiovascolari. Per ultimo, ma non per importanza, il beneficio economico. Smettere di fumare permetterà di risparmiare parecchio, ciò può essere uno stimolo per chi decide di avviarsi in questo cammino, arduo sicuramente ,ma non impossibile.

 

Foto in evidenza: amatucciassicurazioni/polizzavita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.