Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Australia: vivere in una terra dalle mille opportunità

L’Australia, si sa, è una terra di grandi promesse. Fin da quando, nel primo e poi nel secondo dopoguerra, migliaia e migliaia di Italiani (e, in generale, di Europei) la scelsero come destinazione, come possibilità di costruirsi una vita e un futuro migliore all’estero.

Canberra, Sydney, Melbourne, Brisbane, Perth, Adelaide: queste le città in cui molti dei nostri nonni e bisnonni hanno messo su una famiglia e aperto attività commerciali, contribuendo non poco alla crescita economica del Paese.

L’Australia è un Paese molto esteso, il sesto Paese più esteso al mondo, in gran parte desertico. E, di contro, ha una popolazione molto ridotta, circa 25 milioni di abitanti, per la gran parte residenti nelle aree costiere, che affacciano sull’Oceano Indiano (a Sud e a Ovest) e sul Pacifico (a Est).

Storicamente, è stata popolata dagli aborigeni per più di 40mila anni, e poi colonizzata dal Regno Unito a partire dal XVIII secolo. Infatti, ancora oggi, l’Australia è una monarchia costituzionale federale, con a Capo dello Stato la Regina Elisabetta II, e rappresentata da un Governatore Generale.

Dal censimento australiano del 2011, si evince che solo il 2% della popolazione è indigena, mentre il 90% discende dagli Europei e l’8% è di origine Asiatica. Gli Italiani in Australia sono più di 170mila, mentre gli Italo-australiani rappresentano il quarto gruppo etnico del Paese, con 850mila persone. La lingua Italia è stata per decenni la seconda lingua più parlata dopo l’inglese, ed è comunemente insegnata come materia facoltativa nelle scuole.

L’Australia ha, inoltre, una grande cura del proprio aspetto naturalistico e paesaggistico, con ben 64 siti sottoposti a una particolare tutela della propria biodiversità, e con 16 siti “Patrimonio dell’Umanità” dell’UNESCO. Grazie al suo impegno sul fronte ambientalistico, è al 16° posto nell’Environmental Sustainability Index (l’Indice di Sostenibilità Ambientale).

Ma cosa offre, oggi, l’Australia a un giovane che voglia fare un’esperienza di vita, di studio o lavoro, all’estero?

Vivere nella “terra dei canguri”: le città principali

Innanzitutto, è fondamentale la scelta della città in cui stabilirsi.

  • Canberra è la capitale federale e centro politico-amministrativo del Paese, costruita a partire dal 1923. Si trova sulle sponde del lago artificiale Burley Griffin, in una regione prevalentemente agricola. La maggior parte della popolazione locale è impiegata nel settore pubblico, ma anche in quello turistico e dell’industria leggera.
  • Sydney è la città più popolosa del Paese, con edifici moderni e costruzioni che ricordano l’Inghilterra dell’Ottocento. I visitatori sono attirati dai mercanti di antiquariato e dai musei dedicati alla scienza o all’arte contemporanea. Nei grattacieli della city hanno sede attività finanziarie e commerciali. Affianco, si estendono spiagge, parchi e riserve naturali incontaminate.
  • Melbourne è un importante centro industriale sviluppatosi nella metà dell’Ottocento in seguito alla scoperta di giacimenti auriferi. Vi hanno sede alcuni degli orti botanici più ampi al mondo. La metropoli è un importante centro economico, in cui operano marchi automobilistici come Ford e Toyota.

Studiare e lavorare in Australia:

La prima cosa da fare per potersi stabilire nel Paese è, necessariamente, ottenere il Visto Australia.

Si tratta di un Paese multietnico, con diverse possibilità lavorative “dinamiche” e associate a retribuzioni adeguate, qualità della vita migliore (l’Australia è tra le più vivibili al mondo), attenzione ai servizi per il cittadino. Di un Paese con un ottimo clima, eterogeneo nelle proposte culturali, gastronomiche e sportive. Ma occorre non sottovalutare, prima di partire, la propria conoscenza della lingua inglese e il proprio spirito di adattamento, nè la lontananza da “casa”.

In Australia hanno sede 37 università, tra cui (le più importanti) l’Australian National University, situata a Canberra e fondata nel 1946, l’Università di Sydney, fondata nel 1850 e la più antica del Paese, e l’Università di Melbourne. L’Australia vanta uno dei sistemi universitari migliori al mondo (ben otto delle sue università si trovano tra le prime 200 su scala internazionale) e, solo nel 2018, il numero di giovani che l’hanno scelta per le proprie esperienze di studio è cresciuto del 73%. Le Università australiane, infatti, sono molto efficienti, con piani di studio all’avanguardia, e permettono di cimentarsi in diverse attività come teatro, musica, abilità oratoria e sport.

Insomma, scegliere l’Australia come meta per una nuova esperienza di vita sarà sicuramente impegnativo, ma – nella gran parte dei casi – potrebbe essere una delle scelte migliori che possiate fare.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *