Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Napoli Cabaret Festival

Castel Sant’Elmo, grande successo per il Napoli Cabaret Festival

Dopo aver cominciato con i migliori auspici con “Si… pariando”, è terminata, con applausi scroscianti e risate a crepapelle, la tre giorni di comicità partenopea del Napoli Cabaret Festival. Nella splendida cornice del Castel Sant’Elmo abbiamo assistito venerdì alla reunion del cast (Maurizio Casagrande, Luciano Fruttaldo, Paola Cannatello, Francesco Paolantoni, Stefano Sarcinelli) di “A tutti coloro”, programma di  Radio Kiss Kiss che vinse un Telegatto mentre sabato ad esibirsi sul palco sotto le stelle sono stati alcuni tra i più famosi comici del celebre programma “Made in Sud”.

Grandi protagonisti della serata  di venerdì sono stati Francesco Paolantoni e Maurizio Casagrande che hanno riproposto tutti quei personaggi diventati di culto all’epoca ma che sono molto attuali ancora oggi. Dal cantante di ritornelli Gino Ramaglia al soldato “sissignore” passando per la bambina che racconta favole macabre. Tra improvvisazione e cura dei particolari la serata è stata un tripudio di comicità partenopea, mai volgare, ma sempre sopra le righe. Special guest è stata Enzo Iacchetti che è tornato per una sera nei panni del cantante di canzoni bonsai. Il conduttore di Striscia ha eseguito sette canzoni tra cui “Mio nonno ha un occhio solo ma ci vede il doppio di me. Per esempio se lo guardo io gliene vedo uno e lui me ne vede due” e “è inutile che metti la forfora finta sulla giacca ché si vede benissimo che hai su il parucchino”.

Sabato un re e una regina d’eccezione hanno condotto la serata, Maria Bolignano e Francesco Mastandrea, introducendo, di volta in volta sul palco, Marco Capretti, Ivan e Cristiano, DuexDuo, Mariano Bruno, Matranga e Minafò, Salvatore Misticone, Enzo e Sal, Dado. Tra uno sketch e l’altro si sono distinte le innovative interpretazioni della musica napoletana da parte dei Sud 58. A chiudere in bellezza la kermesse e l’intero festival un ospite d’eccezione, Arturo Brachetti, il più noto trasformista e illusionista italiano che ha deliziato gli spettatori conducendoli per mano in un bellissimo sogno, fatto di meravigliosi quadri “disegnati” al momento nella sabbia, con immagini in onore del noto regista Tim Burton e, dopo un magistrale numero di ombre cinesi, una splendida cartolina di Napoli, sempre incisa nella sabbia, degna conclusione di un festival svoltosi nella magica atmosfera di Castel Sant’Elmo.

– Castel Sant’Elmo, grande successo per il Napoli Cabaret Festival – 

[custom_author=Giusy]

Print Friendly, PDF & Email