Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Maurizio de Giovanni

La Cultura non si Ferma di Maurizio de Giovanni

La cultura non si ferma! Maurizio de Giovanni, il famoso scrittore napoletano conosciuto ed apprezzato in tutta Italia per i suoi romanzi gialli avvincenti che scrive da oltre 10 anni, si impegna a contrastare la forte tristezza e paura che in questo periodo di epidemia del Coronavirus alberga nel cuore di tutti. Da persona colta comprende l’importanza di coinvolgere diverse generazioni in qualcosa di positivo e propositivo e lancia la nuova iniziativa socio-culturale onlineLa cultura non si ferma!” proponendo diverse tematiche e riunendo numerosi followers tramite dirette Facebook. Durante queste ha promesso di illustrare alcuni passi del suo nuovo interessante romanzo “Una lettera per Sara” edito da Rizzoli, la cui pubblicazione era prevista a marzo prima dell’emergenza sanitaria nazionale Coronavirus annunciata dal Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte.

La Cultura non si Ferma di Maurizio de Giovanni: Di che si tratta?

L’obiettivo dell’ iniziativa online “La Cultura non si ferma” mira a far divertire, riflettere ed unire tutte le persone, la maggior parte giovani che si sentono soli perché seguono il #iorestoacasa in queste settimane di permanenza a casa, per discutere in merito a diverse tematiche socio-culturali che possano spronare la mente ed il cuore contrastando cosi’ questo periodo nero che l’Italia sta vivendo. Oltre il #IoRestoaCasa divenuto virale sui social network, lo scrittore vuole esprimere un altro messaggio efficace: possiamo essere uniti anche se lontani, possiamo quindi stare insieme nello stesso tempo anche se a km di distanza. Tra i diversi obiettivo di questa iniziativa online lo scrittore Maurizio De Giovanni vuole dare impulso a tutti coloro hanno la passione per la lettura e per la scrittura, in particolar modo agli aspiranti romanzieri.

La Cultura non si Ferma di Maurizio De Giovanni: Prima diretta

La prima diretta che fa parte dell’ iniziativa online “La cultura non si ferma” è stata svolta dallo scrittore Maurizio de Giovanni sulla sua pagina Fanclub venerdì 13 marzo alle ore 17 ed ha ottenuto un successo incredibile perché seguita da oltre 300 persone tra cui molti giovanissimi.

Solare e simpatico si presenta in diretta accogliendo con entusiasmo le numerose domande. Una tra le prime è “Ha intenzione di scrivere un romanzo sul Coronavirus? e lo scrittore risponde: “Non scriverò una storia sul Coronavirus perché il mio stile è quello di raccontare una storia, prendendo spunto dalla vita reale non descrivendo e riportando in un libro una storia totalmente vera. Consiglio ai giovanissimi di tenere un diario intimo non da pubblicare“. L’ invito dello scrittore Maurizio De Giovanni è quello di scrivere un diario personale dove la scrittura risulta essere un’ arma vincente per vincere la paura, per distrarre la mente e per fare un confronto tra passato e presente. Un’ altra domanda che viene rivolta allo scrittore è su quale musica predilige in questo momento e Maurizio De Giovanni risponde: “Grazie per la domanda è davvero molto importante in questo periodo ascoltare la musica personalmente preferisco quella jazz dalla sonorità calda, il pianoforte ed il sassofono. La musica è un ottimo rimedio perché fa compagnia.”

La cultura non si ferma di Maurizio de Giovanni : Riflessioni sulla società e sui valori

All’ improvviso si distacca da temi culturali per esprimere il suo dispiacere per gli abitanti del Nord Italia ed afferma: Sono particolarmente felice di parlare con tutti i giovani soprattutto quelli che vedo collegati e che abitano nelle regioni del Nord che hanno sofferto già da giorni. Oltre Napoli che è la mia città sono vicinissimo al Nord.”

Maurizio De Giovanni, esprimendo il suo dolore durante questa diretta, ha unito l’intera Italia, lanciando un messaggio fortissimo da non dimenticare: bisogna essere uniti, l’ Italia deve essere unita nei momenti bui ma anche
nei momenti di luce, senza creare discriminazioni. Risponde alla domanda “Quale è la reazione al Coronavirus a Napoli?”  con intelligenza, onestà e positività, affermando che “
Salvo qualche idiota credo che Napoli sta ritrovando una parte della sua coesione, sta rafforzando il senso di sentirsi uniti e di combattere insieme: sono convinto che ne usciremo fortissimi.”   

La cultura non si ferma di Maurizio de Giovanni: Riflessioni culturali 

Lo scrittore Maurizio de Giovanni giunge ad un confronto tra passato e presente tramite le domande che gli vengono sottoposte. Fa una netta distinzione tra gli smartphone e i libri, conferendo un’ importanza maggiore ai libri, ma non screditando assolutamente la comunicazione digitale che è sempre presente negli ultimi 20 anni. Per lo scrittore i libri sono “un genere di prima necessità, sono amici e combattono la solitudine. Un particolare abbraccio alle librerie che sono state chiuse: purtroppo i libri non sono stati ritenuti generi di prima necessità.

Per quanto riguarda la tecnologia odierna afferma: “Internet e gli smartphone oggi sono davvero utili,sono strumenti che ci consentono di sentirci uniti, altrimenti non sarebbe stato possibile creare questa diretta con tutti, anche con i giovanissimi da Nord a Sud Italia nello stesso tempo.”

Una delle ultime domande poste allo scrittore in diretta, è: Come motiverebbe uno studente a leggere? Maurizio de Giovanni risponde con vigore e vuole trasmettere entusiasmo ai giovani, affermando: “Bisogna creare l’ esercizio dell’ immaginazione, infatti è utile, al di là dello schermo: la generazione degli adolescenti e di tutti i giovani deve poter e voler lasciare un segno e bisogna immaginare e creare qualcosa di nuovo, avere la forza di immaginare per inventare qualcosa di innovativo e di bello“.

Lo scrittore Maurizio de Giovanni dà voce ad un altro messaggio importante per concludere questa diretta: Aiutare è fondamentale! Nel verbo aiutare c’ è il senso di unione, solidarietà, empatia, fratellanza e mancanza di discriminazione che dovrebbe caratterizzare sempre la vita delle persone. Inoltre cita Lorenzo Marone come scrittore napoletano che stima e i cui romanzi sono particolarmente letti dai giovani, affermando che: “sono figlio di Napoli, una città straordinaria dove sono nati grandiosi scrittori.Poi saluta tutti promettendo “organizzerò un’ altra diretta su Maurizio de Giovanni Official Fan Club in modo da poter vivere un momento culturale interattivo ed interessante”. 

 

Fonte immagine: biografieonline.it 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply