Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Maledetto Peter Pan

Maledetto Peter Pan al Nuovo Teatro Sancarluccio

Dal primo aprile al 3 aprile è in scena al Nuovo Teatro Sancarluccio lo spettacolo Maledetto Peter Pan, interpretato da Michela Andreozzi per la regia di Massimiliano Vado. Maledetto Peter Pan si pone come riproposizione dello spettacolo teatrale messo in scena per la prima volta da Michele Bernier e Marie Pascale Osterrieth, a sua volta riproposizione teatrale del fumetto omonimo di Florence Cestac, di cui, inoltre, vi fu anche una trasposizione cinematografica.

Il tema principale attorno a cui si sviluppano le vicende dello spettacolo Maledetto Peter Pan è quello della cosiddetta “crisi di mezza età”, condizione patologica che colpisce soprattutto l’uomo, e definita anche come “sindrome di Peter Pan”, dalla quale definizione trae il proprio senso il titolo dello spettacolo stesso.

Nella trama di Maledetto Peter Pan, tramite il monologo della protagonista, una donna sposata lasciata dal marito per una relazione con una donna più giovane, si incentra proprio sul tema della sindrome di Peter Pan che colpisce una parte di uomini maturi e ne costituisce una patologia psicologica, e, dunque, un disturbo comportamentale che si manifesta soprattutto nei rapporti con il prossimo e nella formazione del proprio aspetto esteriore, teso a “mascherare” la propria età anagrafica.

L’uomo, in questo modo, forse mai davvero maturato, e dal punto di vista psicoanalitico, con una insicurezza ed in alcuni casi con una insoddisfazione irrisolte, e quindi non accettate e “realizzate”, a livello inconscio, tende a voler nascondere la propria realtà anagrafica “costruendosi” una vita illusoria credendo, in questo modo, di rinvigorire la propria virilità e non facendo altro che mostrarsi immaturo per la mancanza di senso della responsabilità nel rapporto con l’altro e, nel caso specifico dello spettacolo Maledetto Peter Pan, nei confronti dell’amore verso la moglie.

La protagonista dello spettacolo Maledetto Peter Pan è, dunque, una donna abbandonata dal marito incapace di essere maturo e di concepire al meglio il significato che in un rapporto amoroso ricopre la parola “coppia”.

Dal punto di vista della scena teatrale, e delle scelte di regia, la protagonista Michela Andreozzi, tramite una recitazione improntata alla comicità, espressa tramite la pantomima, la mimica espressiva e le intonazioni di voce, ed una recitazione di tipo interattivo, in cui vi è la “compartecipazione” del pubblico alle battute sceniche, tratta temi dolorosi ma con quel piglio particolare della commedia,  per il quale tramite la leggerezza ed il suscitare il sorriso tra il pubblico, si mettono in mostra alcuni comportamenti di “vizio” per l’uomo che, se possono apparire piccoli ed insignificanti, portano poi con loro conseguenze tristi nell’animo e nella psiche femminili, nel caso dello spettacolo Maledetto Peter Pan, nell’animo e nella psiche della protagonista.

Roberta Attanasio

Print Friendly, PDF & Email