Seguici e condividi:

Eroica Fenice

“E primme vase tuoie l’aggio avute io” al Museo del Sottosuolo di Napoli

Venerdì 22 gennaio è andato in scena presso il Museo del Sottosuolo di Napoli “E primme vase tuoie l’aggio avute io”, splendido spettacolo interamente dedicato alle opere di Raffaele Viviani. Interpretato da Lalla Esposito, con l’accompagnamento musicale di Mimmo Napolitano al piano, Peppe Di Colandrea al sax e clarinetto e Luigi Sigillo al contrabbasso.

“So Bammenella ‘e copp’ e Quartiere

Pe tutta Napule faccio parlà

Quanno annascuse p’e vicule ‘a sera

‘ncopp’ o pianino me metto a ballà.”

“E primme vase tuoie l’aggio avute io” si presenta come un’opera ricca di passione e sentimento. Lalla Esposito con la sua sapiente interpretazione è riuscita a rendere uno splendido omaggio a Raffaele Viviani, grandissimo commediografo e poeta nato a Castellammare di Stabia. La rappresentazione articolata e dinamica ha per oggetto l’Amore e la passione, ma anche il tradimento ed il pentimento. Sul palco si mescolano emozioni contrastanti, tutte magistralmente interpretate dalla protagonista.

Il Museo del sottosuolo, una cornice suggestiva

Il Museo del Sottosuolo, ricavato in quelle che un tempo erano le antiche cisterne che rifornivano di acqua Napoli, poi trasformate in rifugi durante la seconda guerra mondiale, si presenta oggi come un museo e teatro unico nel suo genere. Le pareti in tufo, i reperti archeologici e la consapevolezza di trovarsi nelle viscere di Partenope, rendono questo luogo una meta perfetta per escursioni ed una incantevole location per spettacoli come quello portato in scena da Lella Esposito.

La protagonista, carica di emozione, ha splendidamente intonato canti e recitato poesie che sono state in grado di trasportare il pubblico e di farlo calare in un atmosfera di altri tempi. Impossibile non lasciarsi incantare dalle meravigliose parole di Viviani, che con un magistrale accompagnamento musicale, riecheggiavano sulle millenarie mura, conquistando il pubblico.

Il Museo del Sottosuolo e ‘O Munaciello

Lo spettacolo è stato preceduto da una bellissima e divertentissima visita guidata al Museo del sottosuolo, condotta dal Munaciello, il tutto accompagnato da un’ottimo aperitivo a base di prodotti tipici.

‘O Munaciello, figura storica conosciuta da tutti i Napoletani, con gobba e cappuccio, ha condotto gli ospiti all’interno della struttura, illustrando la propria origine ed intrecciandola con quella degli spazi del teatro, che rappresentano per Napoli un fondamentale pezzo di storia. La “strana guida”, con grande professionalità, è stata capace di far prendere vita ad uno dei miti più famosi e controversi della città, regalando così agli spettatori un esperienza unica nel suo genere.

Print Friendly, PDF & Email