Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Al Teatro Diana la presentazione della nuova stagione 2019/2020

Al Teatro Diana la presentazione della nuova stagione 2019/2020

Ieri, sabato 8 giugno, presso il foyer del teatro, è stata presentata la stagione teatrale 2019/2020 del Diana. 

La stagione appena conclusa al Teatro Diana di Napoli saluta i 200.000 spettatori accorsi in questa lunga programmazione con numeri importanti: 280 aperture di sipario e 9.500 abbonati, che portano il Diana ancora una volta ad essere primo tra i teatri privati per numero di spettatori in Italia. E la nuova stagione, promettono, non sarà da meno, grazie ad una attenzione particolare alla comunicazione, anche social, con un sito rinnovato e una app dedicata alla programmazione.

Per questa 40esima stagione, il Teatro Diana così cambia veste e si rinnova, lasciando però intatta la ricchezza degli spettacoli e il grande calibro attoriale. Ad inaugurare la stagione 2019/2020 sarà ad ottobre Pensieri all’improvviso, diretto e recitato da Lina Sastri accompagnata da alcuni musicisti, che ancora una volta da grande attrice prende il palco da solista. “Si tratta di poesia in musica” spiega l’attrice alla conferenza stampa: Leopardi, Matilde Serao, Alda Merini saranno recitati a suon di note, insieme a De Gregori, Pino Daniele, Lucio Dalla, artisti che hanno attraversato con grande emozione e speranza la vita dell’attrice, uno spettacolo in cui il mare e la sua Napoli non mancheranno.

Dopo il debutto, andrà in scena al Teatro Diana un attesissimo spettacolo scritto da Maurizio De Giovanni per la regia di Alessandro Gassmann, con Massimiliano Gallo, Stefania Rocca e Monica Nappo, Il silenzio grande. Gli attori e De Giovanni ci hanno svelato il particolare momento in cui nacque l’idea, durante le riprese de “I bastardi di Pizzofalcone”, su proposta dello stesso Gassmann, che racconta: “questo spettacolo parla di sentimenti, del tempo che passa, delle cose non dette, da cui appunto il titolo. Da spettatore, sto attento anche al momento in cui l’attore ascolta l’altro”, continua, ed è proprio questo ascoltare e allo stesso tempo cacciare fuori ciò che non è stato mai espresso che si concentra lo spettacolo, sostiene il personaggio interpretato dalla Rocca. L’attrice sottolinea: “mi fa piacere fare questo spettacolo a Napoli, perché è una città così sanguigna” come ciò che sottende la pièce, e Massimiliano Gallo aggiunge: “è uno spettacolo molto personale, fortemente napoletano, ma ha in sé tematiche che prendono tutti, ha un carattere universale”. Presenti anche i giovani attori Paola Senatore e Jacopo Sorbini.

La stagione 2019/2020 al Teatro Diana continuerà con Ditegli sempre di sì tratto dalla celebre commedia di Eduardo De Filippo, con Carolina Rosi e Gianfelice Imparato, che ci avverte quanta empatia e affinità ci sia in tutta la compagnia, quella di Teatro di Luca De Filippo. Un carattere aggiunto che darà qualcosa in più e si spera maggiore divertimento per il pubblico.

Un grande ritorno al Diana sarà quello di Carlo Buccirosso con la nuova commedia La rottamazione di un italiano perbene, il cui contenuto, l’attore sottolinea, saranno le tasse italiane, un argomento che non smette mai di essere attuale. Proprio la necessità di attualità ha spinto Buccirosso ha riscrivere la sua commedia, per creare qualcosa di nuovo per il pubblico che da sempre apprezza la sua arte.

A Natale un altro atteso ritorno nel one-man-show, quello di Alessandro Siani con Felicità tour – special edition. A seguire una novità assoluta, Amadeus di Peter Shaffer con protagonista l’attore Geppy Gleijeses che interpreterà Salieri accanto a Lorenzo Gleijeses che invece sarà Mozart, alla sua prima volta al Teatro Diana. L’attore afferma quanto sia orgoglioso di poter far parte di un progetto di cui è a capo il grande regista Andrei Konchalovsky, capace brillantemente di passare da un testo cinematografico ad un’opera teatrale.

Da marzo sarà in scena Bella figura con Anna Foglietta, Paolo Calabresi, Anna Ferzetti, David Sebasti e Simona Marchini, seguito da Andy e Norman, debutto al Diana per Gigi e Ross. Lo spettacolo tratto dal classico di Neil Simon, raccontano i comici, parla di una storia di amicizia ed il fattore dominante è proprio l’empatia, motore e carburante anche del loro rapporto così solido nella vita come nel lavoro. La stagione 2019/2020 si concluderà a maggio con il nuovo spettacolo/concerto di Massimo Ranieri.

La stagione 2019/20 al Teatro Diana: i fuori abbonamento

Anche per i fuori abbonamento il Teatro Diana ha presentato alla conferenza grandissimi nomi, come quello di Francesco Piccolo che insieme a PIF darà vita a Momenti di trascurabile (in)felicità, e Perfetta di e con Geppy Cucciari. Inoltre, ancora una volta ritorna Vincenzo Salemme con Con tutto il cuore reduce da una straordinaria tourneé in giro per l’Italia con tantissime repliche e record di presenze. Infine Così parlò Bellavista ritorna grazie a Geppy Gleijeses, Marisa Laurito e Benedetto Casillo.

Alla conferenza presente anche il regista Riccardo Canessa, che presenta una piccola “incursione lirica” derivata dalla più classica drammaturgia teatrale, ma che prende spunto da nuove proposizioni del mondo operistico, ad esempio un doppio confronto interpretativo del Barbiere di Siviglia, come anticipato dal regista.

Non mancheranno al Teatro Diana anche in questa nuova edizione spettacoli per le scuole, che tratteranno dei ragazzi di oggi, della società, per essere più vicini a ciò che provano e per incoraggiarli alla speranza e al cambiamento anche attraverso l’arte e avvicinarli sempre di più al teatro.

Ilaria Casertano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.