La Befana al Rione Sanità, domani l’evento solidale

L’associazione napoletana Dateci le Ali, da oltre un anno in prima linea con l’obiettivo di facilitare l’inclusione di donne, bambini, ragazzi, giovani resi fragili dalla fuga dalla guerra ma aperta a chiunque ne abbia bisogno, in collaborazione con l‘APS IoCiSto, l’Agenzia Genovese e l’Associazione Italiana Genitori, ha organizzato un evento per festeggiare la Befana. La festa si terrà sabato 6 gennaio alle ore 11.30 presso la Fondazione Alessandro Pavesi, che aprirà le sue porte per permettere di festeggiare tutti insieme nonostante il maltempo. Durante l’evento verranno distribuite ai bambini meno fortunati e rifugiati le calze donate dagli sponsor e dal Cav. Antonio Ferrante.

L’associazione, nata con l’intento di promuovere l’integrazione, l’inclusione e il sostegno nei confronti dei minori giunti in territorio italiano con forme di protezione quali asilo, sussidiaria e umanitaria, rappresenta un faro di solidarietà in un momento cruciale per molte famiglie. La visione condivisa di questi volontari è quella di costruire una comunità inclusiva, offrendo un supporto concreto e tangibile a coloro che più ne hanno bisogno.

L’energia e l’impegno di “Dateci le Ali” simboleggiano un passo avanti nell’affrontare le sfide dell’integrazione, trasformando l’idea di aiuto in azione concreta. Questo progetto nasce dalla consapevolezza che il futuro di questi ragazzi e bambini dipende dall’ambiente in cui crescono e dalla solidarietà che ricevono.

La storia di quest’associazione non è solo un’espressione di impegno civico, ma rappresenta una testimonianza tangibile del potere della collaborazione e dell’impegno umano nel creare un mondo migliore per tutti. “Dateci le Ali” si configura come una speranza concreta per un’Italia più inclusiva, in cui la diversità è vista come un’opportunità di crescita e arricchimento reciproco.

A proposito di Marcello Affuso

Direttore di Eroica Fenice | Docente di italiano e latino | Autore di "A un passo da te" (Linee infinite), "Tramonti di cartone" (GM Press), "Cortocircuito" e "Ribut" (Guida editore)

Vedi tutti gli articoli di Marcello Affuso

Commenta