Vesuvio di Giovanni Troilo ai Magazzini Fotografici

Vesuvio

Nell’ambito della mostra fotografica Racconti dal Vesuvio, i Magazzini Fotografici propongono la proiezione del documentario Vesuvio – Ovvero: come hanno imparato a vivere in mezzo ai vulcani, per la regia di Giovanni Troilo.

All’evento, tenutosi lo scorso 12 Gennaio nel meravigliosa fucina di proposte culturali dei Magazzini Fotografici, hanno preso parte il regista Giovanni Troilo, la direttrice di produzione Allegra Nelli e il vulcanologo Giuseppe Mastrolorenzo, voce scientifica del documentario che fa da controcampo alla narrazione artistica del documentario.

Vesuvio è un documentario che ruota attorno ad un incredibile paradosso, la sorprendente constatazione che una delle aree più densamente abitate del pianeta, l’area metropolitana di Napoli, si trovi tra due pericolosissimi fuochi, il Vesuvio e i Campi Flegrei. Perchè il Vesuvio e i Campi Flegrei non sono due innocue aree naturalistiche, bensì sono due vulcani capaci di sprigionare una potenza che ha pochi eguali nel mondo. Due vere e proprie bombe ad orologeria con le quali tutti gli abitanti dell’area metropolitana di Napoli convivono quotidianamente in un equilibrio quasi simbiotico, che è allo stesso tempo motore e conseguenza della natura partenopea.

Il documentario di Troilo si sviluppa tra due fili narrativi ben precisi, innanzitutto la narrazione artistica, che dipinge un quadro dai colori vivi e accessi in cui si incastrano storie e vicende umane al limite del paradossale, raccontando quanta vitalità e naturalezza si conserva all’ombra del Vesuvio e nel cuore stesso dei Campi Flegrei. Alla narrazione artistica si intreccia, però, quella scientifica e razionale, impersonata dalla voce del vulcanologo Giuseppe Mastrolorenzo, che portandoci a passaggio sulle pendici del Vesuvio dà forma razionale alla paura più atavica e incontrollabile di tutte, la paura della morte.

L’intreccio narrativo riesce, nel susseguirsi e contrapporsi continuo di immagini surreali e narrazioni razionali, a dare piena espressione a tutte quelle paure che ci si aspetterebbe di trovare in una popolazione circondata da minacce quotidiane, paure che però sembrano non esistere nella narrazione che si sviluppa attraverso la voce di coloro che in mezzo a quelle minacce ci vivono davvero. Perchè vivere in mezzo a due pericolosissimi vulcani potrebbe lasciare atterriti e sopraffatti dal fatalismo e dall’insensatezza della vita, invece per i partenopei vivere all’ombra del Vesuvio e a pochi metri dal supervulcano dei Campi Flegrei significa comprendere ancora più profondamente il senso della vita e viverla più intensamente proprio in virtù della sua fugacità.

La proiezione di Vesuvio costituisce l’evento conclusivo della Mostra Racconti dal Vesuvio, che i Magazzini Fotografici hanno ospitato dal 2 dicembre 2022 al 15 gennaio 2023 includendo i progetti fotografici “La Montagna” di Claire Power (2021) e “Vesuvio, 11 luglio 2017” di Maurizio Esposito (2017). A sua volta la mostra costituisce il primo evento organizzato nell’ambito della rassegna di mostre fotografiche Partiture Visive, curata da Valeria Laureano, che ha lo scopo di diffondere la cultura e la passione per la fotografia contemporanea dando spazio e voce ad una nuova generazione di fotografi.

Non vi perdete d’animo se non siete riusciti a godervi Racconti dal Vesuvio, i Magazzini Fotografici vi aspettano per stupirvi con nuovi ed interessanti progetti.

Fonte Immagine: Magazzini Fotografici

A proposito di Rossella Siano

Napoletana di nascita e per vocazione. Appassionata di letteratura e scrittura nonostante la scelta di una professione molto poco poetica. Provo ad aggiungere poesia attraverso la condivisione di pensieri ed emozioni in queste pagine.

Vedi tutti gli articoli di Rossella Siano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *