La fantastica signora Maisel: che succede nella stagione 4?

La fantastica signora Maisel

Avevamo lasciato La fantastica signora Maisel in pista. No, non durante uno dei suoi spettacoli. Era su una pista d’atterraggio, una di quelle aeroportuali insomma. Precisamente, la fantastica signora Maisel era appena stata scaricata da Shy Baldwin. Anzi, dal suo manager, Reggie. Per gli odiatori della signora Maisel sarà stato senza dubbio un bel vedere. Un po’ meno per i suoi fan, che l’avevano vista decollare (sì, è il verbo giusto) dai bar sotterranei delle periferie di New York ai palcoscenici di tutto il mondo. Ma la signora Maisel è così. La si ama o la si odia (seppur si continua a guardarla).

D’altronde Amy Sherman-Palladino, autrice e produttrice delle Gilmore Girls ci ha ben abituate a dialoghi battenti, personaggi iperattivi, a volte un po’ antipatici, perfettini ma perfettamente delineati, dei characters. E d’altronde, su La fantastica signora Maisel son piovuti riconoscimenti da ogni dove: dai Golden Globe ai Critics’ Choice, passando per gli Emmy, fino agli Screen Actors Guild Awards.

Ma torniamo a Midge che, improvvisamente, si ritrova catapultata al punto di partenza. Torna a vivere con i suoi genitori, non riesce a trovare ingaggi e l’unico luogo in cui comincia ad esibirsi con continuità è un club per spogliarelliste.  Sarà per questo “piattume”, e per la sensazione che nelle prime puntate non accada nulla (ma proprio nulla), che la serie non parte col botto. Ma è qui, in realtà, che si palesa il valore aggiunto della stagione: Miriam non è più la donna che il mondo sta aspettando, vincente e grintosa, Miriam è una donna che si sta formando per quella che è, che definisce se stessa senza scendere a compromessi, nonostante le difficoltà. E sembra a tratti perfino in contrasto con la sua agente Susie, che al contrario mette su un suo studio con altri clienti maghi, amici mafiosi e segretarie rumorose.

Insomma, questa serie non deluderà troppo le aspettative di due anni di attesa. E per il futuro,  la creatrice della serie ha dichiarato di avere ben chiaro il finale della storia, ma di non sapere quante stagioni ci aspetteranno ancora.  Intanto, la quinta è stagione è confermata per il 2023.

Immagine: Prime

A proposito di Maria Laura Amendola

Nata a Potenza il 28 giugno 1993, madre australiana e papà Irpino. Impegnata, per diversi anni, in organizzazioni a carattere sociale e culturale, ho prediletto come ambito il femminismo e le battaglie contro le disuguaglianze di genere. Nel 2021, è nata la mia prima opera letteraria, "Una donna fragile", Guida Editori.

Vedi tutti gli articoli di Maria Laura Amendola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.