Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Un posto al sole, ambientata a Napoli, è la serie più longeva italiana

Un posto al sole, ambientata a Napoli, è la serie più longeva italiana

Quando parliamo di serie televisive estremamente longeve la prima a venirci in mente è sicuramente Beautiful, prodotta negli Stati Uniti. L’Italia però ha anch’essa un primato ed è legata all’altrettanto conosciuta soap opera di Un posto al sole: è la prima serie italiana che vanta quasi le 5000 puntate.

Un numero effettivamente sbalorditivo per la serie prodotta da Rai Fiction, Fremantle Media Italia e Centro di produzione Rai di Napoli, ormai trasmessa su Rai 3 da lunedì 21 ottobre 1996.

Napoli: l’ambientazione tutta partenopea di Un posto al sole

La storia è incentrata sulle vicende degli inquilini di Palazzo Palladini, situato sulla collina partenopea di Posillipo, di fronte al mare e, inevitabilmente, allo splendido Vesuvio.

In principio l’abitazione apparteneva al conte Giacomo Palladini, un aristocratico napoletano; la famiglia di quest’ultimo è costituita dal nipote Tancredi con la moglie Federica e i figli Alberto, un avvocato, e Alessandro. La terza figlia, al momento, è in Inghilterra. Alla morte del conte l’appartamento più ambito viene lasciato in eredità alla figlia naturale, Anna Boschi, avuta con la governante.

La giovane si trasferisce in compagnia di un’amica, del cugino di quest’ultima, di un aspirante giornalista e una modella. La contessa Federica cerca di rendere difficile con ogni mezzo la vita della ragazza, che si vede contesa tra l’altro tra i due giovani Palladini.

Ovviamente nel corso della lunghissima serie, le varie vicende si dipanano facendo uscire di scena alcuni protagonisti e introducendone altri che permetterà alla storia di allontanarsi un po’ dal filone originario e dalla faida familiare iniziale.

La struttura della serie, curiosità e novità introdotte

Un posto al sole è ideato e scritto in Italia da Wayne Doyle con la collaborazione di Adam Bowen e Gino Ventriglia. Il format di riferimento è quello di Neighbours, una serie australiana che segue le storie di alcune famiglie che vivono nell’immaginaria “Ramsay Street”.

Il contenuto è variegato al punto da rendere difficile incanalarla in un genere preciso. Tratta infatti temi rosa, ma anche storie di cronaca nera, problemi sociali e casi tipici delle serie poliziesche, come omicidi, tentati omicidi, rapine, sequestri di persona e vicende di camorra. Il tutto intervallato anche da situazioni comiche e grottesche.

Queste ultime sono interpretate da alcuni attori appositamente scelti e selezionati come Patrizio Rispo, Marzio Honorato, Lucio Allocca, Carmen Scivittaro e Germano Bellavia. I frequenti sketch tra Patrizio Rispo e Marzio Honorato ricordano intenzionalmente quelli tra Totò e Peppino De Filippo.

La storica sigla nel 2015 è stata cambiata, mentre le immagini al suo interno venivano già regolarmente mutate per dare modo agli attori del cast fisso di spiccare di volta in volta prima di dover abbandonare la serie. Accanto a loro, semplicemente menzionati,  i “guest”, ovvero personaggi secondari interpretati da attori come Martina Melani, Raffaello Balzo, Laura Chiatti, Massimo Poggio o Manuela Ruggiero.

Insomma, una serie che promette di regalare ai propri spettatori ancora molti anni di colpi di scena e siparietti ilari.

Se vuoi essere aggiornato sulle novità di un Posto al sole ti consigliamo di visitare il sito www.2anews.it