Seguici e condividi:

Eroica Fenice

edo app

Edo App: alimentazione e salute su Android e IOS

Edo App è un’utilissima applicazione per smartphone e tablet che si prefigge un complicato obiettivo: indirizzare gli utenti verso una sana alimentazione.

Il Cibo è vita, afferma perentoria la campagna pubblicitaria di Expo.

Il Cibo è vita, certo, ma, prima di tutto, sappiamo davvero cosa mangiamo? Ogni giorno, tonnellate di merendine, alimenti raffinati o imbottiti di additivi e conservanti arrivano sulle nostre tavole senza che noi ce ne rendiamo conto. Troppo spesso le nostre scelte alimentati vengono fatte in base alla pubblicità, alle offerte dei supermercati e quasi nessuno ha l’abitudine di leggere ingredienti e valori nutrizionali prima di acquistare. Sembra una inezia ma buona parte dei disturbi legati all’alimentazione parte proprio da cosa mettiamo nel carrello. Per dare una risposta veloce ed efficace a dubbi e curiosità sul cibo, è nata da qualche mese Edo App, applicazione mobile che, con la sua interfaccia user friendly, ha come scopo quello di guidarci verso una sana alimentazione attraverso la consapevolezza. L’app, infatti, mette a disposizione dell’utente schede per ogni singolo alimento e, soprattutto, una semplice ma precisa spiegazione degli ingredienti con cui è fatto.

Edo App – intervista ai creatori

Abbiamo avuto l’occasione di intervistare il team che gestisce questa App salute Android, disponibile anche per IOS.

Come e con quali obiettivi è nata Edo app?

Edo nasce da una sfida: sviluppare un algoritmo in grado di valutare quanto è sano un prodotto alimentare. Per farlo abbiamo costruito un team con competenze eterogenee e in grado di coprire tutti i vari aspetti legati al mondo tecnologico e alimentare. L’obiettivo della nostra app è quello di permettere a chiunque di capire esattamente cosa stanno mangiando: spesso ci troviamo davanti allo scaffale di un supermercato e non sappiamo decidere quale prodotto sia più salutare, persi tra ingredienti strani e numeri poco comprensibili. Edo riassume tutte questi dati e li sintetizza in informazioni chiare e immediate.

Additivi, grassi idrogenati, olio di palma. Che voto dareste alla qualità media dei prodotti in commercio? Non ci dovrebbero essere norme più rigide che tutelino i cittadini?

Partiamo dal presupposto che, per essere in commercio, i prodotti non devono essere nocivi per la salute delle persone. Ovviamente ci sono poi molte differenze tra i vari prodotti e, per capire quale sia più adatto per la propria condizione, è fondamentale la chiarezza e la completezza delle etichette. In questo senso aiuta molto la nuova normativa europea sull’etichettatura che obbliga i produttori a specificare alcuni dati che prima potevano essere omessi. Però non basta, sono ancora molti gli aspetti da migliorare, informare e rendere consapevoli i consumatori deve essere un obiettivo comune: la nostra grande sfida è creare un ecosistema che includa produttori e consumatori per trovare le giuste soluzioni.

Quanto, a vostro parere, la pubblicità influisce ancora sulle scelte alimentari del consumatore medio?

Incide ancora molto, però stiamo assistendo a un cambiamento di tendenza che nasce all’esigenza del consumatore di essere attento alla salubrità piuttosto che al gusto o al brand. In questo senso è emblematica la risposta che abbiamo avuto dalla nostra app: più di 100mila utenti registrati in pochi mesi è un risultato importante e che dimostra la validità dell’idea e l’attenzione generale verso queste tematiche.

IOS, Android e… Windows Phone?

Windows Phone è una piattaforma importante, soprattutto in Italia. Chiaramente nell’evoluzione di una startup bisogna fare alcune scelte, soprattutto all’inizio, però è nei nostri piani portare Edo anche sulla piattaforma Microsoft. Entro la fine dell’anno, col rilascio di Windows 10, cercheremo di capire quale sarà la strada migliore da intraprendere.