Final Fantasy: quando nasce e migliori capitoli

Final Fantasy: quando nasce e migliori capitoli

Final Fantasy: quando nasce e migliori capitoli

Final Fantasy è una serie di videogiochi di ruolo giapponese prodotta da Square, divenuta successivamente Square-Enix. Oltre a rappresentare uno dei più grandi titoli per l’universo del divertimento videoludico, è tra i più acclamati dalla critica, rientrando tra i giochi più importanti della storia videoludica.

 Final Fantasy nasce nel 1987, con il primo capitolo creato dal visionario Hironobu Sakaguchi. Tra gli anni ’90 e l’inizio degli anni 2000, il franchise ha letteralmente preso d’assalto l’industria, pubblicando sette capitoli in dieci anni che ancora oggi sono considerati capolavori assoluti.

La serie divenne rapidamente una pietra miliare dei giochi di ruolo e l’esportatore del termine JRPG nel mondo, facendo sapere alle masse che se combinati con una grande narrazione, i videogiochi possono facilmente diventare opere d’arte, pilastri dell’intrattenimento non molto diversi dai film o dalle serie.
Il videogioco, rientrando nelle migliori classifiche videoludiche, viene anche menzionato nel terzo episodio intitolato ‘’giochi di ruolo’’ nella docu-serie ‘’ Highscore’’: creata da France Costrel e distribuita su Netflix il 19 agosto 2020, racconta la nascita e l’evoluzione dei videogiochi dalla fine degli anni 70 agli anni 90 attraverso varie interviste ai protagonisti degli sviluppatori e ai giocatori di quel periodo.

“Quando entrò in scena il Famicom (Il Nintendo Entertainment System o anche detto NES), era un periodo in cui le mie creazioni non mi soddisfacevano. Pensai di ritirarmi dall’industria videoludica e creai Final Fantasy come mio ultimo progetto. Ecco perchè c’è la parola ‘Final’ nel titolo: ‘Final Fantasy‘ riflette il mio stato d’animo all’epoca, e la sensazione che quell’epoca è passata. Si dice che è una buona cosa progredire in campo tecnologico, ed ogni volta noi diamo tutto ciò che abbiamo, ed espanderemo le nostre abilità finché ne avremo la possibilità; questa è ciò che considero la ‘Fantasia Finale’.”
Hironobu Sakaguchi.

Ed è proprio così che la fantasia ebbe inizio!
Da Sakaguchi, creatore del videogioco e curatore dei primi dieci capitoli, bisogna menzionare anche Tetsuya Nomura, designer e game director dei più significativi personaggi della Square-Enix tra cui Cloud Strife e Sora (dalla saga di Kingdom Hearts ). Un altro fattore del successo della saga è stato grazie al contributo di Nobuo Uematsu: compositore storico della serie, che in seguito ha composto la colonna sonora dei successivi sette capitoli. Si può quindi contare su una meravigliosa colonna sonora, alcune energiche, altre tristi e romantiche, che fanno da sottofondo alle avventure dei nostri eroi, trasportandoci con la loro magica atmosfera e contribuendo in maniera prepotente alla meraviglia trasmessa da ogni capitolo. Per concludere, l’utilizzo dell’immaginazione è la chiave fondamentale per l’esperienza di Final Fantasy.

Quanti Final Fantasy ci sono?

Rispondere a questa domanda non è semplice: dal 1987 ad oggi sono infatti innumerevoli i giochi associati al brand, ben oltre i 15 principali capitoli numerati, tra sequel, spin-off, remake, edizioni Remastered, compilation e vere e proprie sottoserie.  Di conseguenza, il marchio Final Fantasy fino al 2021, i giochi prodotti sono almeno 95, ma il numero è destinato ad aumentare sempre di più nei prossimi anni, considerata la grandissima popolarità che il brand esercita ancora oggi a livello globale e soprattutto dopo la recente uscita di Final Fantasy: Crisis Core e l’annuncio del nuovo Final Fantasy XVI.

Qual è il Final Fantasy migliore?

Anche questa non è una domanda semplice: è sicuramente raccomandato giocare dai titoli originali, poiché le edizioni remastered e remake potrebbero presentare dei cambiamenti. Secondo una raccolta di dati, tra i migliori Final Fantasy spiccano i capitoli del VII con Cloud Strife, VIII con Squall Lionheart e Final Fantasy X con Tidus.

Se ti è piaciuto l’articolo dai un’occhiata anche a:https://www.eroicafenice.com/salotto-culturale/il-videogioco-come-ottava-arte/

A proposito di Martina Barone

Studentessa di Lingue e Culture Comparate presso L'Orientale di Napoli. Studio inglese e giapponese e sono appassionata di cultura giapponese, letteratura, arte e cinematografia.

Vedi tutti gli articoli di Martina Barone

Commenta