Seguici e condividi:

Eroica Fenice

plugin wordpress

Plugin WordPress, la top dei cinque più scaricati

Plugin WordPress, quali sono i migliori? 

Il plugin in campo informatico è un programma non autonomo che interagisce con un altro programma per ampliarne o estenderne le funzionalità originarie. Ad esempio, un plugin per un software di grafica permette l’utilizzo di nuove funzioni non presenti nel software principale.
Dunque, in sintesi, il plugin è una integrazione che permette un miglior funzionamento o estende le potenzialità del programma in questione.
Sono sempre più numerose le persone che utilizzano il web, per diversi scopi; navigando in rete, si ha spesso a che fare, pur non accorgendosene, con i sopracitati plugin, che aiutano i vari siti a funzionare nel migliore dei modi. Creare una vera e propria classifica dei plugin WordPress più utilizzati, è piuttosto complicato, essendo  essi molto numerosi, ma è possibile, citare quelli più famosi.

La classifica dei cinque plugin WordPress più famosi

WordPress è il CMS più affidabile sul mercato dato che garantisce prestazioni elevate e di qualità; nello specifico, esso è una piattaforma software utilizzata per la creazione e la gestione facilitata di un sito web, che permette anche a chi non è programmatore di modificare a proprio piacimento un sito web.
Attraverso una semplice installazione, ad esempio, è possibile scaricare un nuovo “tema”, ossia una nuova veste grafica per un blog, o per un determinato sito.

WordPress offre inoltre la possibilità agli utenti di scaricare numerosi plugin in grado di sensibilmente, non solo l’interfaccia, ma anche l’esperienza d’uso.

Dunque, è possibile stilare una classifica, dei cinque più importanti plugin che WordPress offre, in relazione alla frequenta con la quale essi vengono scaricati. Al primo posto troviamo WordPress SEO by Yoast; è di fondamentale importanza per ottimizzare i contenuti per i motori di ricerca. Posizionarsi su di essi, soprattutto nelle prime posizioni, può decretare o meno il successo di un sito, incrementando le probabilità di conversione di eventuali prodotti in vendita.

Al secondo posto, troviamo We3 Total cache, plugin veloce ed intuitivo che consente di velocizzare – attraverso la creazione di una copia cache – l’intero sito web, migliorando la user experience, uno dei parametri più importanti per Google.

Al terzo posto annoveriamo Google Analytics counter, un plugin WordPress che offre un widget per la visualizzazione dei contatori degli utenti che visitano una pagina, o un blog, realizzato tramite i dispositivi di statistica offerti da Google Analytics. Un plugin estremamente efficiente, basilare nell’utilizzo e molto conosciuto; esso rappresenta il sistema di statistica più recensito e nonostante quasi obsoleto (attualmente sostituito con una versione più avanzata) continua ad essere uno dei più graditi dal pubblico del web.

Al quarto posto, si posiziona Query Monitor, un ottimo strumento per monitorare i processi del sito e scovare eventuali errori – associati a query, ad esempio – e bug che ne penalizzano le prestazioni

Plugin WordPress, il troppo stroppia!

Prima della quarta posizione è bene far presente una cosa. Per un sito, è importante non installare più di quindici plugin poiché c’è un’altissima probabilità che entrino in conflitto tra di loro, compromettendo la velocità di rendering del sito.

Non possiamo che consigliare poi Akismet, un filtro antispam per individuare e bloccare eventuali minacce dannose per il proprio sito. Il plugin è uno dei più conosciuti e scaricati, funziona in modo efficiente, con circa il 90% di probabilità di intercettare eventuali commenti indesiderati, segnalandoli in quanto tali, facendo in modo che essi non siano proprio visualizzati.

Quinto e ultimo posto, non per importanza, a Advanced Ads; è uno dei plugin WordPress meglio sviluppati, utile alla gestione automatica (ma altamente personalizzabile) dei contenuti pubblicitari. Per utilizzare i contenuti è necessario scaricare i vari pacchetti e installarli. Dopodiché, è sufficiente inserire le chiavi di licenza ottenute tramite email di conferma dell’acquisto. La procedura è rapida e intuitiva.

Installazione dei plugin WordPress, pro e contro

L’istallazione dei plugin WordPress è molto semplice, solitamente, nel momento in cui il browser rileva che per la corretta visualizzazione di una pagina web manca un determinato plugin, chiederà all’utente di installarlo.
Naturalmente, ogni plugin ha dei pro e dei contro. Moltissimi programmi permettono di costruire componenti aggiuntive “su misura” e “su richiesta” dell’utenza.
Bisogna fare molta attenzione alla licenza e anche al formato con i quali molti plugin vengono scritti. Particolare attenzione anche alla piattaforma (o al sito) dal quale i plugin vengono scaricati e istallati. Se è richiesto di installare plugin aggiuntivi, bisogna accertarsi che essi provengano da fonti affidabili.
WordPress possiede molti plugin gratuiti e soprattutto validi e affidabili ma non per questo bisogna abusarne ma piuttosto il consiglio è sempre quello: concentrarsi sui contenuti!

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!