Spedizioni: diverse tipologie per diversi clienti, ecco cosa serve sapere

La connessione immediata offertaci dal mondo globalizzato ha sviluppato nuove esigenze sia per i privati cittadini che per le realtà lavorative di varia natura. Questo ha significato legare interi continenti gli uni agli altri attraverso la rete in maniera immediata, ma ha anche portato alla creazione di vere e proprie relazioni, di varia natura e anche di scambio, in diversi angoli del mondo e a condizioni diverse. Le aziende, così come i privati, oggi hanno la possibilità di vedere i propri articoli spediti in altri paesi con una certa facilità, grazie ai diversi servizi di spedizione proposti.

Oltre a questo, le company stesse hanno sviluppato l’esigenza di ricevere articoli, in ordini grandi o piccoli che siano, da parte di altre realtà collaterali. Questo ha condotto ad un’implementazione significativa dei servizi di spedizione che, attualmente, si dividono in categorie differenti, nel tentativo di soddisfare le richieste del maggior numero di utenti, siano essi privati o aziende. Oggi, quindi, è molto facile imbattersi nella definizione di “spedizione cargo” e in quella di “spedizione freight”, senza capire realmente, a meno di non essere inseriti nel settore di riferimento o in quelli che vi gravitano attorno, di cosa si tratti.

Pensando all’ambito logistico, del resto, ci sono moltissimi termini che appartengono prettamente a chi è dell’ambiente. Nelle prossime righe faremo chiarezza sui tipi di spedizione più diffusi e richiesti nel mercato. Se, invece, doveste essere in cerca di una realtà di spedizione rivolta anche alle aziende con piani specifici, vi consigliamo vivamente di dare un’occhiata su Spediamopro.com.

Diversi tipi di spedizione: freight e cargo, di che si tratta?

Quando si comincia a cercare online, nell’ambito delle spedizioni internazionali, ci si imbatte molto spesso, come già precedentemente accennato, in termini che chi non è del settore non conosce o, magari, ha solo sentito dire in giro. Le spedizioni freight e le cargo rientrano tra queste definizioni, oltre ad essere le due principali tipologie di spedizioni, territoriali o internazionali che siano.

La distinzione sostanziale da fare tra questi due tipi di trasporto riguarda il mezzo e le proporzioni della spedizione stessa. Nel caso della tipologia freight, infatti, ci si riferisce al trasporto su ruote, sia esso effettuato a mezzo di camion o su rotaie coi treni. Nella spedizione cargo, invece, il mezzo cambia e si trasporta via mare o via aereo.

All’interno del settore e quando vengono proposti al pubblico, però, questi due tipi di trasporti si rivelano particolarmente mutevoli, non avendo confini ben delineati. Ad esempio, si può definire “Air Freight”, un tipo di trasporto, presentato spesso sui siti dei corrieri, dedicato ai pacchi di dimensioni molto grandi da spostare via aereo.

Quale metodo di spedizione per le aziende?

Insomma, contrariamente a quel che si sarebbe portati a pensare, la spedizione freight è il metodo di spedizione prediletto dalle aziende che compiono grandi ordini. Con questo termine, infatti, si definiscono tutti gli spostamenti di oggetti di grandi dimensioni, pesanti o anche di forma irregolare. Di solito, del resto, viene considerata “freight” un tipo di spedizione, il cui oggetto, supera i 68 kg.

Chiaramente, questa tipologia di trasporti può interessare sia l’ambito nazionale che l’estero. Come detto, i carichi freight sono generalmente grossi, prevedendo, dunque, un elevato quantitativo di merci. Spesso, in questi casi si ricorre ai pallet per il trasporto, anche nel caso del carco. Alla luce dei fatti, appare chiaro come freight e cargo siano i metodi di spedizione adottati principalmente dalle aziende, al di là della loro natura, quando richiedono un prodotto non reperibile in ambito territoriale e necessario ai fini di produzione o vendita.

A proposito di Mirko Garofalo

Vedi tutti gli articoli di Mirko Garofalo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *