Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Anilda Ibrahimi

Anilda Ibrahimi: L’amore e gli stracci del tempo

L’amore e gli stracci del tempo è un romanzo di Anilda Ibrahimi pubblicato nel 2009, ambientato nei Balcani nella seconda metà del Novecento, quando la ex Jugoslavia è sconvolta da una guerra generata dall’odio di due diverse razze. 

Anilda Ibrahimi ripercorre le vite di Zlatan e Ajkuna, un serbo e una kosovara di etnia albanese, in una lettura scorrevole, avvincente e triste.

La prima volta che Zlatan vede Ajkuna è incantato dal movimento lento dei suoi lunghi capelli scuri. Ajkuna se ne innamora perché è protettivo, perché mantiene le promesse.

Due vite unite in tenera età, poi separate dalla guerra, dall’odio, da qualcosa di cui non avevano nessuna colpa.
Due vite riunite dopo il dolore, la sofferenza, il trauma.
Due vite separate nuovamente dal cambiamento, dal destino e dagli stracci del tempo.

Il 1 gennaio del 1999 è l’ultimo giorno in cui Zlatan e Ajkuna si vedono, si donano l’uno all’altro durante una notte fredda e disperata, si promettono amore eterno.

Poi che si dicono? Che non possono vivere l’uno senza l’altra? Già sentito. Che lontani l’uno dall’altra moriranno? Anche questo già sentito. Sulla stessa terra che continua a girare intorno allo stesso sole, milioni di innamorati continuano a ripeterlo. Anche se poi, invece, sopravvivono.

Ne Gli amori e gli stracci del tempo si sopravvive, non si vive

La guerra finisce. Zlatan si ritrova a Roma e intraprende una relazione con Ines, una donna che aiuta i rifugiati politici. Ajkuna dopo molti anni, dopo molte sofferenze, si trasferisce in Svizzera, aiutata da un’infermiera della Croce Rossa, qui mette al mondo una bambina: Sarah.

Eppure lui continuerà a cercarla, in tutte le ragazze con i capelli lunghi e scuri. Eppure lei continuerà ad aspettarlo, perché gliel’ha promesso una notte di molti anni fa e Zlatan mantiene sempre le promesse. 

Poi un giorno il destino decide di farli incontrare, il tempo decide di fermare il silenzio di tanti anni e tornare ad agire per loro.

Le stesse persone, eppure così diverse. Una guerra ti resta addosso, si imprime negli occhi e ti cambia per sempre. Zlatan traumatizzato dagli assassini commessi, dalle fucilate a cui ha assistito, dai bombardamenti. Ajkuna colpita dall’uccisione della sua famiglia, dalla violenza fisica e psichica subita dai soldati serbi.

Si guardano ma non si riconoscono. Lei è una donna in carriera distaccata, riservata, silenziosa, eppure così fragile. Lui un uomo che guarda una bambina con i capelli scuri e lunghi, ma non ha la certezza che sia sua figlia né ha voluto saperlo.

Sono innamorati ancora ma di quello che sono stati anni fa, non di ciò che sono diventati. Zlatan e Ajkuna di un tempo non esistono più e non si possono amare dei fantasmi.

Basta che una volta siamo stati insieme;
cosa importa se il vento si è girato contro la pioggia?
Basta che una volta siamo stati insieme;
il tempo ha visto e non tornerà indietro.

Anilda Ibrahimi ha mostrato che a volte l’amore non è più forte di tutto e tutti, come dicono.
A volte sono gli stracci del tempo che vincono sul resto.

Anilda Ibrahimi: L’amore e gli stracci del tempo

———

L’amore e gli stracci del tempo è in offerta su Amazon. Clicca qui per acquistarlo!

Print Friendly, PDF & Email