Seguici e condividi:

Eroica Fenice

La notte di Enea di alberto sorge

La notte di Enea, l’ultimo romanzo di Alberto Sorge

Alberto Sorge, abbiamo recensito il suo ultimo romanzo e…

La notte di Enea è l’ultimo romanzo dello scrittore, sceneggiatore e critico cinematografico goriziano, pubblicato da Safarà Editore e uscito in libreria il 12 gennaio.

Si tratta di un’opera intensa la cui trama è ambientata in una città sconosciuta e ha per protagonisti due quindicenni: Enea Giulia. Solitario, problematico e tormentato lui; distaccata, determinata e fragile lei. Quella di Enea e Giulia è una storia incalzante e senza pause, satura di sofferenza e amore, che si svolge durante un’unica e lunga notte che non tralascia però di riportare anche gli eventi passati dei due giovani.

Una sola notte che basterà a cambiare inverosimilmente il corso delle loro esistenze; una notte che fa paura e affascina al contempo; una notte implacabile nella sua indomabile bellezza e ferocia. Questa notte ha gli occhi tristi e verdi di Enea e anche quelli assenti e neri di Giulia ma, i due, guardano a essa con speranze e desideri diversi come diverso sarà l’esito che li attenderà quando volgerà al termine.

“Manca poco, si ripeteva Enea, stretto tra pensieri ingarbugliati come le cuffiette del suo iPod. Manca poco. Era convinto che, almeno in quell’occasione, sarebbe riuscito ad anticipare il male, era certo che almeno quella volta, sarebbe arrivato prima di lui in fondo al rettilineo alberato che lo conduceva fino a casa. Era convinto che, almeno quella notte, sarebbe stato abbastanza forte da proteggere e proteggersi. Se non quella notte, quando?”

“La sagoma scura di questa notte si alza al di là della collina e scende come un’onda nera sui pendii; oscura, questa notte che sta arrivando, residui di immagini frammentate, occhi verdi e ferite, lame di coltelli e lettere strappate. Ha le sembianze di una bambina capricciosa questa notte, e piange, questa notte, ulula, questa notte, mentre Giulia si prepara ad andarle incontro. Ti aspettavo da tanto, e ora eccoti qui. Ora sei arrivata.”

La notte di Enea: il buio dentro secondo Alberto Sorge

Il romanzo offre uno spaccato della psicologia turbolenta e agitata tipica dell’età adolescenziale. I sentimenti e le emozioni forti e amplificate si susseguono in una scrittura ritmata e modulata dalla ricerca spasmodica di quel riscatto interiore a cui aspirano i protagonisti. Una redenzione che si realizza nell’accoglimento dell’amore, la cui luce è l’unica in grado di dissolvere il buio che Enea e Giulia hanno dentro.

Alberto Sorge, con il suo La notte di Enea è stato capace di cogliere e descrivere con precisione e assoluta delicatezza e le sfumature di sensazioni ben definite in chi le prova ma che risultano sfocate agli occhi di chi non le comprende perché non le ha esperite. La sua opera è l’esatto e accurato risultato di un’espressione di difficile risoluzione alla quale l’autore ha dato cuore, corpo e anima nelle pagine del suo fervido e trascinante romanzo.