Billie Eilish, le canzoni più rilevanti e la sua storia

Billie eilish: la storia e le canzoni più rilevanti

Billie Eilish, cui nome completo è Billie Eilish Pirate Baird O’Connell, è una cantautrice statunitense nata a Los Angeles il 18 dicembre 2001. Si tratta di uno degli artisti di maggiore successo degli ultimi anni, nonché di una delle persone più premiate nel panorama musicale globale nonostante la sua giovane età. Figlia di Maggie Baird e Patrick O’Connell, si diletta sin da bambina a cantare e suonare vari strumenti musicali, tra cui l’ukulele, strumento presente nella sua prima canzone scritta all’età di sei anni. I genitori erano e sono tuttora vicini al mondo della musica, la madre è un’insegnante, attrice e sceneggiatrice teatrale e musicale; suo padre invece è un operaio edile che ha anche lavorato part-time come attore, apparendo in film come Iron man. Altra figura fondamentale quando si parla delle canzoni di Billie Eilish è sicuramente quella del fratello Finneas Baird O’Connell, più grande di quattro anni e persona con cui condivide la sua passione e il lavoro, è infatti lui a scrivere la maggior parte dei testi, oltre ad essere un cantante di successo egli stesso.

Una del prime canzoni scritte da Billie Eilish si intitola ‘’Fingers Crossed’’, pubblicata su SoundCloud nel 2012 e cancellata successivamente perché definita da lei stessa ‘’brutta’’. Tre anni dopo, nel 2015, registra il primo brano ‘’Ocean eyes’’, scritto dal fratello per la sua Band, ma re-inciso e pubblicato come singolo di debutto nel 2016. Lo stesso anno firmò un contratto discografico con l’etichetta discografica Darkroom Records, che fa parte dell’Interscope Records. La canzone debuttò con un notevole successo, ad essa seguì infatti la pubblicazione di quattro remix e nel febbraio 2017 il singolo ‘’Bellyache’’, altra canzone dal grande successo e che su Youtube ha raggiunto oltre 500 milioni di visualizzazioni. In seguito ha pubblicato ‘’Bored’’, colonna sonora della serie ‘’Tredici’’, ‘’Watch’’ e ‘’Copycat’’, altra canzone di spicco dell’album ‘’Don’t Smile at Me’’, rilasciato lo stesso anno.

É necessario dire che a sancirla come una delle artiste più rilevanti dell’ultimo decennio non è stato il suo primo album, che ha raggiunto oltre un miliardo di riproduzioni, bensì il secondo ‘’When We Fall Asleep, Where Do We Go’’, pubblicato il 29 marzo 2019 ed anticipato da alcuni singoli che hanno riscosso un enorme successo, come ‘’Bury a Friend’’, ‘’When the Party’s Over’’ e ‘’You Should See Me in a Crown’’. Tutte le canzoni dell’album ad eccezione di una raggiunsero la Billboard Hot 100, debuttò inoltre al primo posto della Billboard 200 e della UK Albums Chart, diventando cosi la prima artista nata negli anni 2000 ad avere un album al primo posto nel Regno Unito. Altro brano diventato famosissimo ed estratto dall’album è ‘’Bad Guy’’, con oltre 2 miliardi di ascolti su spotify insieme a ‘’Lovely’’, singolo non facente parte dell’album e che presenta una collaborazione con il cantautore ‘’Khalid’’. Altro singolo piuttosto famoso estratto dall’album è ‘’All Good Girls Go to Hell’’, con oltre 200 milioni di riproduzioni su youtube.

Nel mese di luglio del 2021 pubblicò il suo secondo album in studio, intitolato ‘’Happier Than Ever’’ e anticipato da due singoli ‘’My future’’ e ‘’Therefore I am’’. Vennero estratti altri tre singoli dall’album, quali ‘’Your Power’’ e ‘’Lost cause’’ e ‘’NDA’’, tutti e tre classificati entro le prime quaranta posizioni della Hot 100 statunitense. L’album ha riscosso un notevole successo, si è infatti piazzato al vertice della Billboard 200 statunitense e al primo posto in Francia, Germania e Italia.

Riconoscimenti Rilevanti per Billie Eilish

Nell’ambito degli annuali MTV Video Music Awards del 2019, è riuscita ad aggiudicarsi tre premi su dieci candidature complessive cosi come due MTV Europe Music Awards. Inoltre in quel periodo annunciò un altro singolo che ebbe poi un notevole successo, ossia ‘’Everything I Wanted’’. Agli American Music Awards del 2019 vinse il premio come miglior nuova artista dell’anno e miglior artista alternativa, venne poi anche eletta donna dell’anno da Billboard. Il 4 dicembre, agli Apple Music Awards ottenne riconoscimenti come artista e album dell’anno per When Do We Fall Asleep, Where Do We Go? , però il momento in cui ha fatto la storia è ai Grammy Awards del 2020, qui infatti è diventata l’artista più giovane in assoluto nella storia della musica e la prima donna ad aggiudicarsi la vittoria nelle quattro categorie principali insieme ad un altro riconoscimento, vincendo quindi cinque delle sei categorie in cui era stata candidata. Altro momento importantissimo si ha nel 2020, quando pubblicò ‘’No time to die’’, colonna sonora dell’omonimo film e venticinquesimo capitolo della saga cinematografica di James Bond. Colonna sonora che le garantì la prima posizione in territorio britannico e il suo primo Golden Globe.

Immagine copertina: Wikicommons

 

A proposito di Raffaele Pepe

Nato nel 2001, si appassiona sin da piccolo alla cultura e alla storia dell'Oriente, cosí inizia gli studi presso l'Orientale. É anche un amatore della lettura e dei prodotti audiovisivi.

Vedi tutti gli articoli di Raffaele Pepe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *