Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Chiara Civello al Napoli Jazz Fest

Chiara Civello al Napoli Jazz Fest

Continua la buona musica nella splendida cornice della Basilica di San Giovanni Maggiore, sede del concerto inaugurale del Napoli Jazz Fest, che ha visto, il 4 maggio, la straordinaria performance di Elisabetta Serio 4et feat Javier Girotto e, il 5 maggio, la raffinata voce di Chiara Civello, cantautrice romana.
La Civello presenta un nuovo progetto discografico dal titolo Eclipse, prodotto dalla Sony Music Italy. Un disco elegante, con influenze pop ed arrangiamenti elettronici, ma non manca quel tocco di jazz e di bossa, che da sempre caratterizzano la musica dell’artista.
Si alterna tra chitarra e pianoforte, accompagnata alla batteria da Tommaso Cappellato ed affiancata dal polistrumentista Seby Burgio, proponendo canzoni contenute all’interno del nuovo album e cover: spicca infatti “Parole Parole” di Mina, che coinvolge il pubblico e rende l’atmosfera davvero piacevole. La formazione del live è molto particolare, un trio che però riempie l’intera scena ed una musica che non sembra mai essere scarna; stupiscono gli arrangiamenti minimal, gli sguardi complici tra i musicisti, la voglia di creare un legame con il pubblico, persino l’eco naturale della basilica, che amplifica ogni nota, sembra avere un suo perché.

Chiara Civello, il concerto

Ad aprire la serata “Come vanno le cose”, primo titolo del nuovo disco; un brano semplice, ma raffinato, opera di Diego Mancino, che vede Chiara impugnare la chitarra e trasportare il pubblico in un’atmosfera rarefatta.

Un cambio di registro con “Sambarilove”, il ritmo vivace richiama il pubblico a non poter non ripetere il ritornello insieme alla cantante.

“Cuore in Tasca” è il singolo di lancio dell’album, dalle sonorità pop: diretto, immediato, seguito da “Qualcuno come te” che lascia al centro della scena come unica protagonista Chiara, nell’atmosfera di raccoglimento che si crea grazie all’esecuzione voce e piano. Quest’aria a dir poco magica prosegue con un brano dell’album Al posto del mondo, dal titolo “A me non devi dire mai”.

È una musica che si contraddistingue all’interno del panorama italiano, quella di Chiara Civello, che viaggia verso più direzioni e più continenti, spazia tra jazz, bossa, pop e, come tutte le voci fuori dal coro, spiazza e stupisce.

Print Friendly, PDF & Email