Canzoni dei Florence+The Machine: le 5 più belle

Canzoni dei Florence+The Machine

Canzoni dei Florence+The Machine, la nostra top 5

I Florence and The Machine (il nome è reso spesso graficamente come Florence+The Machine) sono un gruppo musicale britannico fondato nel 2007 dalla poliedrica Florence Welch e da Isabella Summers.

La band di Florence si distingue sin dai suoi esordi sulla scena musicale grazie alla riuscitissima commistione fra il loro sound che spazia fra generi, come l’indie rock, il rock barocco, ma anche melodie più dolci ed intimiste; e le incredibili capacità vocali ed interpretative di Florence, in grado di muoversi con virtuosismo fra sonorità ampie e alte ed altre dal colore più cupo, con un carattere quasi gotico. In questa classifica vi proponiamo cinque canzoni per iniziare a scoprire o per appassionarvi sempre di più alla variopinta musica dei Florence and The Machine!

Canzoni dei Florence+The Machine, la top 5

5. Cosmic Love

Cosmic Love è il sesto e ultimo singolo del primo album registrato in studio dei Florence and The Machine, Lungs, uscito nel 2009. La cantante spiega di aver terminato questa traccia con l’aiuto di Isabella Summers in dieci minuti, dopo una festa e una terribile sbornia. Definito dalla critica come il miglior brano dell’album, esso è un perfetto esempio per comprendere le caratteristiche principali dello stile della band. La canzone si apre con un ritmo placido, in grado di trasportarci fin da subito in un’atmosfera rarefatta, cosmica; la voce di Florence, inizialmente dal tono dolce, sembra farci fluttuare fra gli astri, nell’apparente silenzio dell’universo, per poi scagliarci con la sua potenza in un vortice che “spazza via la Luna e le stelle”. L’inciso del brano muta totalmente anima e alla fiabesca arpa, che ricorre spessissimo nel comparto musicale dei F+tM, si uniscono delle percussioni incisive ed esplosive.

4. Never Let me Go

Terzo estratto del secondo album in studio dal titolo Ceremonials del 2011, Never Let me Go è una delle canzoni dei Florence+The Machine più amate dai fan del gruppo e fra i più richiesti ai concerti dal vivo, sebbene Florence stessa abbia affermato quanto questa canzone le ricordi un periodo infelice della propria vita, legato soprattutto al problema dell’alcolismo. Il brano mostra, come molti altri, la notevole influenza che lo studio degli inni, del gospel e della musica religiosa in generale ha avuto sull’intera carriera di Florence. I temi del lasciarsi abbandonare fra le onde del mare e del dover espiare un peccato sono perfettamente espressi dalla musica intensa, struggente, che sommerge l’ascoltatore proprio come l’acqua. Anche il cantato di Florence riesce nell’intento di rispecchiare le tinte più oscure di questa canzone, alternandosi fra momenti di sofferenza, parti in cui delicatamente si fonde con l’atmosfera dell’andare alla deriva e un finale in cui il dolore e i desideri prorompono con un lungo e coinvolgente grido alla ricerca di una pace tanto agognata.

3. Sky Full of Song

Uno dei pezzi più significativi dell’album High as Hope, rilasciato dal gruppo nel 2018, è senza dubbio Sky Full of Song, la cui ispirazione sarebbe arrivata in modo molto naturale e “completamente formata” alla frontwoman dalle emozioni sperimentate durante le performance dal vivo. Florence ha affermato, difatti, che sul palco si è sentita spesso sola a dispetto della presenza del pubblico festante, e che ha avvertito la sensazione di non riuscire più a tornare con i piedi per terra, poiché troppo coinvolta nell’esibizione. L’impressione durante l’ascolto del brano è, invero, di star ondulando in un moto perpetuo come un pendolo; oppure di trovarsi su un’altalena, che sale e scende e le stesse emozioni si alternano fra momenti di totale euforia, di voglia di trasgressione, ed altri in cui si desidera soltanto distendersi sul suolo sicuro e lasciarsi andare alla stanchezza.

2. Daffodil

Le influenze dell’arte Rinascimentale, Preraffaellita e del mondo sovrannaturale convergono tutte nell’ultimo prodotto discografico della band, l’album Dance Fever, uscito nella primavera del 2022 e che ha subito recepito un responso decisamente positivo da parte dell’audience. Una delle tracce maggiormente apprezzate e diventate già “di culto” fra i fan è Daffodil, un brano che si distacca in modo radicale da quelli presentati finora. C’è da dire che le canzoni contenute in Dance Fever mostrano un desiderio di rinascita da parte di Florence, di cambiamento, anche a seguito del duro periodo segnato dalla pandemia Covid. Florence ritorna, quindi, con un estratto che, insieme anche ad altri, riconduce ai temi della letteratura gotica e romantica, facendo riferimenti più o meno espliciti alle figure di vampiri celeberrimi come Dracula e Carmilla; ella si erge come un demone seducente, che non ha più paura di esporsi e si riunisce con altre compagne donne in un “raduno di streghe”. Il ritmo fiero e incalzante si unisce al fil rouge del ballo e della danza frenetica (vedi anche Choreomania) dalle proprietà catartiche e liberatorie. Altra perla tra le canzoni dei Florence+The Machine.

Canzoni dei Florence+The Machine, la nostra preferita

1. Morning Elvis

Quattordicesima e ultima traccia di Dance Fever, Morning Elvis è un inno splendido da parte di Florence alla vita, o meglio al suo ritorno alla vita dopo il superamento della sua dipendenza da alcol. Welch ha raccontato nelle interviste a seguito dell’uscita del disco, che la tragica fine di Elvis avrebbe potuto essere anche la sua se non avesse intrapreso un percorso per tornare sobria. In particolare, secondo le sue parole, il momento di non ritorno sarebbe stato la sera prima di un concerto a New Orleans per il tour di Ceremonials, in cui i postumi dell’ubriachezza tanto forti le avrebbero aperto gli occhi sulla propria condizione. Morning Elvis si distingue fra i brani di Dance Fever per il suo lirismo, con un crescendo emozionale l’ascoltatore accompagna Florence fra gli imprevisti e le prove che precedono la redenzione; il finale risuona di un’armonia perfetta fra la sua la voce tenera e melodiosa e un coro simil-gospel, a sottolineare ulteriormente il tema della salvezza e della possibilità di ricevere una seconda chance per andare avanti.

Naturalmente vi invitiamo ad ascoltare insieme a queste cinque proposte molto altro della vasta discografia dei Florence and The Machine, una band che saprà di certo convincervi e donarvi innumerevoli emozioni!

Immagine di copertina sulle canzoni dei Florence+The Machine: Wikipedia

A proposito di Sara Napolitano

Ciao! Sono Sara, studentessa iscritta al terzo anno del corso di laurea Lingue e Culture Comparate presso l'università "L'Orientale" di Napoli. Studio inglese e giapponese (strizzando un po' di più l'occhio all'estremo Est del mondo). Le mie passioni ruotano attorno ad anime, manga, libri, musica, sport, ma anche natura e animali! Da sempre un'irriducibile curiosa.

Vedi tutti gli articoli di Sara Napolitano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *