FantaExpo 2022: il festival della fantasia a Salerno

FantaExpo 2022: il festival della fantasia a Salerno

«Un’edizione di successo»

Così Alessandro Crescenzo, direttore artistico del FantaExpo, definisce la decima edizione del festival dell’animazione, dei games e del fumetto. Quest’ultimo si è svolto dall’8 all’11 settembre presso il Parco dell’Irno a Salerno, in festa tra attività ludiche, conferenze e spettacoli riempiti dall’entusiasmo dei partecipanti.

Il FantaExpo è il festival della fantasia

È proprio la fantasia la protagonista del festival FantaExpo. I quattro giorni di divertimento e varie attività tra giochi, concerti, conferenze e incontri con artisti e youtubers, emergenti e non, sono diventati un’occasione per vivere a 360° il mondo dei fumetti, del web e dei cosplay, per i più appassionati ma non solo, anche per i semplici curiosi. I numeri parlano da soli dalla prima alla decima edizione del festival ma ancora più importante è l’entusiasmo che ogni volta si rinnova con gli spettatori.

Il FantaExpo è un progetto realizzato dall’associazione culturale Otaku Garden, un gruppo di ragazzi salernitani che ogni anno continuano a offrire al loro territorio un’esperienza di successo. Grazie alla presentazione di contenuti ogni volta diversificati e all’accoglienza di un totale di trecento ospiti nel corso delle dieci edizioni, il FantaExpo rappresenta una vera attrazione turistica per la città di Salerno, promuovendo a suo modo la circolazione della cultura in loco. Tra youtubers, streamers, cosplayers, cantanti, artigiani e artisti promettenti e quelli ormai più che conosciuti e acclamati spiccano numerosi nomi: Alessia De Sio, Ciccio Merrino, Dario Moccia, Ilbaffogram e tanti altri. Durante tutte e quattro le giornate, dunque, il Parco dell’Irno di Salerno si è riempito di fantasia e divertimento, creando un evento che assume un senso di promozione della cultura e anche di incontro con culture altre rispetto a quella occidentale.

Suddiviso in diverse aree, il FantaExpo ha offerto la possibilità agli spettatori di cimentarsi in varie attività dal gaming ai giochi da tavolo, alla lettura dell’oroscopo cinese, all’arte degli origami, alla partecipazione a conferenze su molte tematiche riguardanti un mondo fantastico tutto da scoprire, ai concorsi ed a tanto altro ancora. Inoltre, i fan hanno avuto l’occasione di incontrare dal vivo i propri artisti preferiti e di assistere a tanti spettacoli live.

Insomma, il FantaExpo ha avuto il pregio di creare un punto di contatto con una cultura e, perché no, anche di tutta una serie di passioni che spopolano sempre di più tra le nuove generazioni e che vanno esplorate. Pertanto, è stata una possibilità di esprimerle ma anche e soprattutto di viverle in prima persona, stuzzicando persino la curiosità di  chi è ai primi approcci nel settore. Alla monotonia quotidiana, il FantaExpo risponde da ben dieci anni con la fantasia e l’intrattenimento, riuscendo ogni anno a donare uno spazio di creatività, curiosità e puro intrattenimento, un momento in cui condividere un’esperienza particolare e in compagnia.

Fonte immagine di copertina: FantaExpo     

A proposito di Francesca Hasson

Francesca Hasson nasce il 26 Marzo 1998 a Napoli. Nel 2017 consegue il diploma di maturità presso il liceo classico statale Adolfo Pansini (NA) e nel 2021 si laurea alla facoltà di Lettere Moderne presso la Federico II (NA). Specializzanda alla facoltà di "Discipline della musica e dello spettacolo. Storia e teoria" sempre presso l'università Federico II a Napoli, nutre una forte passione per l'arte in ogni sua forma, soprattutto per il teatro ed il cinema. Infatti, studia per otto anni alla "Palestra dell'attore" del Teatro Diana e successivamente si diletta in varie esperienze teatrali e comparse su alcuni set importanti. Fin da piccola carta e penna sono i suoi strumenti preferiti per potere parlare al mondo ed osservarlo. L'importanza della cultura è da sempre il suo focus principale: sostiene che la cultura sia ciò che ci salva e che soprattutto l'arte ci ricorda che siamo essere umani.

Vedi tutti gli articoli di Francesca Hasson

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.