Seguici e condividi:

Eroica Fenice

FaceFood

FaceFood, tra social, risate e gusto

È stato presentato venerdì 21 settembre FaceFood, nuovo interessante format che punta sul binomio eccellenze gastronomiche – spettacolo

Dall’esperienza decennale della giornalista ed esperta di food Laura Gambacorta e dal genio di uno dei comici partenopei più amati, Lino D’Angiò, nasce FaceFood, un concept rivoluzionario che punta sui social e sui suoi strumenti di condivisione e streaming per regalare ai clienti dei ristoranti dove verrà ospitato un’esperienza culinaria fuori dagli schemi.

Il suo funzionamento è semplice quanto innovativo. Nelle serate FaceFood il ristorante si trasforma, attraverso una serie di telecamere e di sofisticati software, in uno studio televisivo virtuale che vedrà padroni di casa la giornalista e lo showman col il suo enorme bagaglio di personaggi e parodie che volta per volta “disturberanno” il programma. Tra i vari sketch, ideati ad hoc per ogni serata così da essere sempre coerenti con le peculiarità del locale ospitante, non mancheranno gag e rubriche che vedranno protagonisti, tra gli altri, Maurizio Costanzo, che si cimenterà in improbabili ricette per la sua Maria, un sempre affamato Carlo Ancelotti e un irriverente ed accattone Presidente De Laurentis. Ci sarà poi l’imitazione di Antonino Cannavacciuolo, trasformato dal mattatore di TeleGaribaldi e Made in China, nel divertentissimo “Caccavacciuolo” con il suo show “Cucino da incubo”. Diretta dopo diretta, lo spettacolo in divenire, trasmesso in diretta Facebook, coinvolgerà i titolari del locali, gli chef ma anche il pubblico da casa che potrà interagire a suon di like e di commenti allo streaming.

FaceFood, non solo “dirette” 

FaceFood è intrattenimento, quindi, ma anche – e qui entra in gioco l’esperienza di Laura Gambacorta – food di qualità, marchio di fabbrica degli eventi organizzati dalla giornalista. Un binomio particolare, una coppia tutta da sperimentare, certo, ma che potrebbe rivoluzionare un mercato saturo di proposte ma povero di idee. Queste sono le nostre prime impressioni sul format che è stato presentato alla stampa e agli addetti ai lavori venerdì 21 settembre alla Locanda del Profeta (Vico Satriano 8c), dove abbiamo avuto il privilegio di testare in prima persona le potenzialità del format e poi di assaggiare alcune splendide creazioni dello Chef Simone Profeta. Questo è il menù che ci è stato gentilmente offerto, che rispecchia l’inventiva e il talento del suo patron:

Finger

Spaghetti di zucchine con spuma di provolone del Monaco e centrifuga di basilico

Pancetta, vellutata di friarielli e mandorle tostate

Patata quadrata, alici, ricotta di bufala al limone e lattuga di mare

Antipasto

Cupola di gamberi blu della Nuova Caledonia ripiena di tartara di tonno, mozzarella, olive verdi e salsa di blu curacao

Primo

Tagliolini, burro e tartufo nero

Secondo

Cotoletta alla milanese

Dolce

Babà sferico con zuppetta di frutta esotica

Vini

Pietrafumante caprettone spumante metodo classico Casa Setaro

Primitivo since 1923 Torrevento

I panini e i grissini contenuti nel cestino del pane vengono impastati con acqua di mare purificata Steralmar