Galleria Navarra rinasce come ristorante, pizzeria e cocktail bar

Galleria Navarra

Galleria Navarra riapre i battenti. Arte, storia e buon cibo nel salotto di Napoli

Piazza dei Martiri, collocata tra via dei Mille e via Chiaia e a pochi passi dal lungomare Caracciolo, è il salotto buono della città. È al centro della piazza che è collocata la storica Galleria Navarra, sito che fu dapprima Giardino delle Delizie di Palazzo Nunziante, disegnato da Enrico Alvino nel 1855, poi dal 1900 galleria antiquaria privata. Il grande cancello in ferro battuto, caratteristico del locale, fu realizzato nell’Ottocento, così come l’insegna storica – collegamento tra il presente e il passato, insegna tutt’oggi preservata e perfettamente inserita in un nuovo concept – ideata dall’antiquario Salvatore Navarra, che dà il nome alla galleria, mercante di tappeti e pregiati oggetti antichi che nel 1939 avviò l’attività della Galleria. Un delicato intervento di restauro dei locali durato cinque anni, rispettoso della storicità del luogo, ne permette adesso la riapertura al pubblico, a seguito dell’inaugurazione per la stampa che si è svolta giovedì 23 i.

La Galleria Navarra, collocata al centro di Piazza dei Martiri, rinasce a nuova vita grazie all’impegno profuso dagli imprenditori Franco Manna e Pippo Montella, fondatori del marchio Rossopomodoro che, insieme alla famiglia D’Alessio, proprietaria dello stabile dal 1991, ha curato l’intervento di restauro, definito dal Manna “filologico“, del locale, che riaprirà la prossima settimana come pizzeria, ristorante e cocktail bar dal gusto innovativo ma con un attento sguardo al passato ed alla tradizione. Quello che vedete oggi, è quel che avreste visto a inizio Novecento.” racconta alla stampa Franco Manna. “Abbiamo immaginato un locale che non fosse ristorante e pizzeria, ma che mantenesse la vena e la vocazione artistica, con particolare predilezione per l’arte contemporanea. I giovani artisti qui troveranno una vetrina privilegiata, in un luogo iconico di Napoli.”
Un “salotto nel salotto” dove sedersi per conversare amabilmente, in un ambiente sofisticato ma accogliente, sorseggiando un ottimo cocktail e gustando le prelibatezze proposte dei capisaldi di Rossopomodoro, Davide Civitiello e Antonio Sorrentino: i visitatori potranno accomodarsi nel Giardino, elegante oasi di pace nel centro della piazza, ma abbastanza defilato da godere di una certa tranquillità, o nella sala interna, che espone opere di giovani artisti selezionate dalla Fondazione Made in Cloister
La nuova Galleria Navarra si caratterizza per una scelta estetica di grande impatto, dove tradizione ed innovazione si integrano alla perfezione: predominano le linee essenziali e la scelta di toni di bianco e di nero, a contrasto, con un certo sperimentalismo nell’accostare materiali e soggetti di grande modernità, come le già citate esposizioni artistiche e la sagoma stilizzata di San Gennaro realizzata da Ventrella, e elementi storici, come la meravigliosa pavimentazione, riproduzione pompeiana ottocentesca, il cancello in ferro battuto e la storica insegna.  “Il forno da pizze è al centro della sagoma di San Gennaro. Mi piaceva l’idea di questo fuoco, che è simbolo della città, collocato nella pancia, nel corpo del Santo. Il fuoco che arde rappresenta a pieno lo spirito napoletano.” spiega Manna.

A proposito di Giorgia D'Alessandro

Laureata in Filologia Moderna alla Federico II, docente di Lettere e vera e propria lettrice compulsiva, coltivo da sempre una passione smodata per la parola scritta.

Vedi tutti gli articoli di Giorgia D'Alessandro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.