Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Gourmeet: dal 7 aprile un connubio di sapore e comicità

«Lo si schiaccia dolcemente tra lingua e palato; lentamente fresco e delizioso, comincia a fondersi: bagna il palato molle, sfiora le tonsille, penetra nell’esofago accogliente e infine si depone nello stomaco che ride di folle contentezza».
Così scriveva Gustave Flaubert a proposito del vino. Inebriato da un’esperienza emozionale, quel gesto quasi elementare si aggiudica un peso in più, e il bere diviene gustare. E quale gioia nello stomaco, che personificato ride follemente: gusto e riso fusi in un attimo di estasi. Uno squarcio di luce nella grigia vita di tutti i giorni, in quel tornare a casa dopo il lavoro, stanchi, senza più pensare a quale grande piacere possa procurare quel momento di quasi disdicevole godimento offerto dallo stare a tavola.
Come rimediare a questa inerzia quotidiana? A porsi questo interrogativo è stato Antonio Lucisano, amante della tavola e della risata. Grazie a lui e al suo staff, il Gourmeet, locale multifunzionale di una delle zone più suggestive di Napoli, sarà teatro di un imperdibile spettacolo sensoriale tra sapori e risate. L’obiettivo è insaporire la vita di chi abbia voglia di uscire dalla monotonia e passeggiare nel centro di Chiaia, raggiungendo dopo pochi passi, guidato da accattivanti profumi (e dal languorino serale), il Gourmeet. Coppia vincente, piatti di qualità e comicità offerta dai comici di Made in Sud, la trasmissione di cabaret amata in tutta Italia. Alla fine della cena o di un aperitivo in compagnia, il pubblico potrà ridere di gusto agli sketch dei comici più amati. Enzo e Sal, Paolo Caiazzo e Mariano Bruno saranno solo alcune delle personalità presenti a questi incontri primaverili.

«Sono contenta perché sono una buona forchetta… E perché non sto a dieta!»

Questa la rivelazione di Maria Bolignano, comica di Made in Sud che aprirà il ciclo di spettacoli venerdì 7 aprile. E continua: «la cucina, come la comicità, crea felicità». Obiettivo di ogni uomo è essere felice, e il cibo mette di certo di buon umore. Una delle iniziative di questo stesso periodo presso il Gourmeet è quella di una cucina tutta al femminile, con chef pluristellate non solo napoletane, che si alterneranno alla cucina di cuore della chef resident Antonella Rossi. In questo la Bolignano vede un connubio interessante, perché nel cabaret, come nella cucina, ci vuole sempre un tocco femminile.

Le delizie non finiscono, perché a soddisfare i clienti ci saranno prodotti di elevata qualità, come la pasta di Gragnano del Pastificio Di Martino, e GUAPPA, quest’ultimo quasi ancora sconosciuto, un liquore tutto campano prodotto con latte di bufala. La rassegna sarà dunque un confronto fra eccellenze campane, in uno spazio lontano dal rumore della strada e dalle preoccupazioni di ogni giorno, con incontri dalla cadenza infrasettimanale, dando così al tutto un respiro europeo.

Il sogno di Gourmeet

Alla base del progetto c’è il desiderio di creare un luogo confortevole, dove coccolare il cliente tra delizie di ogni tipo. È questo il punto di arrivo di un’attività che nasce come supermercato, ma proiettata già per i suoi eccellenti prodotti alla dinamica di ristorazione. Alimentazione e formazione, perché Gourmeet si è fatto ospite di concorsi di cucina del Gambero Rosso, e vedrà tra poco partire un corso di cucina di dolci pasquali. Gourmeet vuole dunque dire “incontri di sapore”, e Antonio Lucisano non nasconde che «qui c’è sempre qualcosa che intriga». Anche per questo motivo, Lucisano non ha creato un proibitivo menù degustazione, ma ha deciso di dare al cliente, trasportato dai sensi, il piacere della scelta.

Tale trionfo di sapori, che inizierà questo venerdì con Maria Bolignano, vedrà la partecipazione di:
Mariano Bruno (21 aprile)
Enzo & Sal (27 aprile)
Mino Abbacuccio (5 maggio)
Paolo Caiazzo (12 maggio)
Peppe Laurato (19 maggio)
Enzo Fischetti (26 maggio)
Antonio D’Ausilio (9 giugno)