#Umanità: il nuovo magazine di #3D Culture

#Umanità: il nuovo magazine di #3D Culture

Tra storia e fascino contemporaneo, il 3 marzo 2022 la Villa Domi di Napoli ha ospitato l’evento di presentazione della rivista #UMANITÀ del #3D Magazine, che si trasforma in #3D Culture: un’evoluzione che continua sulla stessa scia editoriale di celebrare la bellezza in ogni sua sfumatura. Ad intervenire alla conferenza stampa sono stati il presidente dell’ordine dei giornalisti della Campania Ottavio Lucarelli, l’editrice della rivista Palma Sopito, il direttore responsabile Valentina Nasso ed il giornalista Franco Buononato. La serata, poi, è stata allietata da un percorso culinario mediterraneo tra sapori tradizionali e di avanguardia dei cinque migliori chef campani Nunzio Annunziata, Giorgio Vitiello, Angelo Borghese, Giovanni Elefante e Giovanni Arvonio e tra le dolcezze di Cyhoco e Nicola Obiliato.

Il #3D Culture magazine è un nuovo genere di comunicazione

«Se penso all’#umanità, alla condizione di essere umano, penso al carattere, alle qualità ma soprattutto ai suoi limiti, tra imperfezioni e difetti. Penso alle sue debolezze, alle fragilità. #umanità è tutto questo»: così Valentina Nasso augura una buona lettura ai lettori definiti folli, perché sognatori, del magazine #UMANITÀ.

#3D Culture è un progetto che si promette di diffondere la lettura non solo tra gli amanti della carta, ma abbracciando anche le potenzialità del digitale, nel tentativo di comunicare anche allo spirito delle nuove generazioni. All’interno delle riviste, infatti, si trovano una serie di qr-code con i quali è possibile risalire alla versione digitale e/o agli approfondimenti dei vari contenuti. Inoltre, ci saranno dei cofanetti con all’interno i qr-code, che verranno smistati in alcune città come Roma e Milano per offrire la possibilità agli appassionati o semplicemente ai curiosi di leggere la rivista online. #3D Culture, quindi, abbatte ogni frontiera tra il digitale e la carta stampata nel diffondere le storie sull’ #UMANITÀ di cui parla.

#UMANITÀ: un’antologia sul genere umano

Il nuovo numero in uscita del magazine #3D Culture si intitola #UMANITÀ e ha come leitmotiv gli esseri umani. In questa rivista, sono essi stessi che si raccontano, narrano le proprie storie con le loro vittorie e sconfitte ma senza mai perdere la capacità di sognare ed appassionarsi. Scansionando i codici al suo interno, in una continua interazione tra la rivista ed il mondo, i lettori possono guardare sfilate, ascoltare musica e, tra le tante altre attività, giocare al nuovo cruciverba umano #3DPeople: 21 persone sono associate a 21 qr-code, attraverso i quali è possibile viaggiare tra le loro storie. Ma in questa antologia, l’#UMANITÀ è raccontata anche con il potere evocativo delle fotografie: Margaret Bourke-White, una delle prime donne per cui venne disegnata una divisa di corrispondente di guerra, che con i suoi scatti racconta gli orrori della guerra ed il dolore che porta all’#UMANITÀ; Sebastião Salgado narra l’immensità della foresta amazzonica brasiliana e come vivono i popoli che la abitano, con il suo progetto durato sette anni, Amazônia; Paolo Pellegrin, infine, comunica con i suoi scatti il sublime, la continua tensione tra il genere umano e la Natura, un argomento quanto mai attuale nel panorama attuale di forti cambiamenti climatici. Non mancano, poi, storie di grande ispirazione di imprenditori, designer e artisti, che spaziano dall’arte culinaria all’arte in ogni suo aspetto ed il tutto può essere letto mentre si ascolta una playlist appositamente scelta dai creatori per #UMANITÀ.

Il nuovo numero del magazine #3D Culture, insomma, è un vero e proprio viaggio che allieta i sensi e stimola l’amore per l’#UMANITÀ: un messaggio che, soprattutto oggi, andrebbe sempre recuperato e abbracciato.

Fonte immagine: #3D magazine

A proposito di Francesca Hasson

Francesca Hasson nasce il 26 Marzo 1998 a Napoli. Nel 2017 consegue il diploma di maturità presso il liceo classico statale Adolfo Pansini (NA) e nel 2021 si laurea alla facoltà di Lettere Moderne presso la Federico II (NA). Specializzanda alla facoltà di "Discipline della musica e dello spettacolo. Storia e teoria" sempre presso l'università Federico II a Napoli, nutre una forte passione per l'arte in ogni sua forma, soprattutto per il teatro ed il cinema. Infatti, studia per otto anni alla "Palestra dell'attore" del Teatro Diana e successivamente si diletta in varie esperienze teatrali e comparse su alcuni set importanti. Fin da piccola carta e penna sono i suoi strumenti preferiti per potere parlare al mondo ed osservarlo. L'importanza della cultura è da sempre il suo focus principale: sostiene che la cultura sia ciò che ci salva e che soprattutto l'arte ci ricorda che siamo essere umani.

Vedi tutti gli articoli di Francesca Hasson

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *