Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Come scegliere una recinzione per la casa

Il sogno di ogni persona, o comunque di molte persone, è quello di avere una casa di proprietà, con magari annessa una porzione di terreno. Una bella villetta con giardino è l’ideale di casa che tutti immaginano.

Avere un giardino, o comunque una porzione attigua alla casa, necessita dunque di una delimitazione adeguata. Non solo si tratta di un fattore estetico, che contribuisce all’estetica della nostra “isola felice”, ma soprattutto è una questione di sicurezza. In primo luogo pensiamo alle intrusioni non desiderate.
Le tipologie di recinzioni per la propria casa, anche delle più semplici, infondono una sensazione e una reale sicurezza ulteriore dalla possibilità di intrusione da parte di ladri o malintenzionati. Ma non solo, pensate ai bambini che giocano a pallone. Se non ci fosse una delimitazione, il rischio che, nel tentativo di inseguire la palla finita oltre la proprietà, finisca in strada. Le conseguenze potrebbero essere catastrofiche.

La delimitazione può anche non riguardare il perimetro esterno della casa. Se siete tra i fortunati possessori di una vasta area attigua alla vostra abitazione, potreste anche aver deciso di installare una piscina. Perché non delimitarla in qualche modo? O ancora, potreste essere degli appassionati di tennis ed aver deciso di far costruire un campo personale. Anche in questo caso è un’idea utile, ma anche bella esteticamente quella di predisporre una recinzione. Anche nel caso di presenza di un frutteto può essere una bella soluzione la delimitazione con delle recinzioni in legno, ad esempio.

Esistono varie tipologie di recinzione. L’azienda Retissima Srl, specializzata in recinzioni, saprà seguirvi al meglio per la realizzazione e la posa della vostra recinzione. A seconda della tipologia di area da delimitare, ad esempio, si può scegliere di orientarsi su una tipologia oppure su un’altra. Potremmo innanzitutto suddividere le tipologie in due grandi categorie: le recinzioni in legno e le recinzioni in ferro, che si tratti sia di recinzioni casa, sia di recinzioni giardino.

Per quanto riguarda le recinzioni in legno, per prima cosa vengono in mente le classiche staccionate. Tuttavia, oltre alla classica idea, queste possono anche essere ideate non solo a una o più travi orizzontali, ma è prevista anche la realizzazione a croce di S.Andrea. Molto belle dal punto di vista estetico, sono anche molto robuste. Possono essere realizzate in legno di pino o castagno, rigorosamente trattati per resistere al tempo.

La posa viene prevalentemente svolta sul terreno tramite plinti in calcestruzzo e posata sopra un muretto forato con interasse variabile. Tutto secondo le esigenze del committente. Infatti Retissima si occupa di tutto, dalla progettazione in base alla conformazione dell’area di posa e dalla tipologia scelta, fino alla posa. Dunque, il committente può anche scegliere l’altezza della recinzione. Questo tipo di recinzione si adatta meglio ad uno stile più rustico, anche solo per delimitare un frutteto.

Parlando ora di recinzioni in ferro, possiamo a loro volta suddividerle nelle classiche reti o nei pannelli. La rete può essere a maglia romboidale oppure quadrata, e a sua volta avere delle finiture diverse. Per quanto concerne i pannelli, questi non sono altro che dei moduli prefabbricati che, uniti tra loro, vanno a comporre la recinzione completa.

A seconda poi del modello e della finitura, esistono i modelli con finitura zincata e plastificata, come ad esempio le classiche reti, ma anche alcuni modelli di pannelli, oppure con zincatura a vista, fino ai modelli di ultima generazione completamente in alluminio. Questi ultimi inoltre possono essere dipinti con diverse tinte RAL, il che significa una vasta possibilità di personalizzazione.
Come per le palizzate in legno, anche in questo caso l’azienda segue passo passo il committente guidandolo nella scelta e supportandolo in ogni fase, quindi dalla realizzazione fino alla posa finale. La posa, a seconda della tipologia di rete o pannello scelto, avverrà in modo differente. Ad esempio, per la nuova tipologia in alluminio, si andrà a fissare i pannelli con viti autofilettanti, coperte da mascherina in alluminio.
Mentre invece se prendiamo ad esempio il pannello Basic, questo viene fissato mediante plinti in calcestruzzo, su muretti forati e su muretti con piastre e tasselli con interasse di 210 centimetri circa. O ancora, il pannello Grigliato Extra prevede il fissaggio come nel modello Basic, ma con interasse differente (200 centimetri circa). Da notare che è possibile prevedere anche l’utilizzo di dadi antifurto durante la posa, ad ulteriore garanzia di solidità e di sicurezza della recinzione che si andrà a posare.

Insomma, come abbiamo potuto vedere, per rendere la nostra “isola felice” unica e sicura è fondamentale predisporre un qualsiasi tipo di recinzione casa, ma anche donare un impatto estetico diverso con una recinzione giardino.

La scelta finale rimane sempre quella vostra, ma il consiglio è quello di lasciarsi guidare degli esperti che, visionando la vostra proprietà e quindi l’esigenza della delimitazione da effettuare, sapranno darvi preziosi consigli sulla tipologia sulla quale orientarsi e vi mostreranno le varie fasi di posa e realizzazione della stessa.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta