Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Dialoghi sulle mafie

Dialoghi sulle mafie a S. Domenico Maggiore

Dialoghi sulle mafie Dal 16 al 19 marzo, a Napoli, a largo San Domenico Maggiore, si terrà la seconda edizione di Dialoghi sulle mafie. Una serie di incontri che vuole spingere alla riflessione sulle mafie in un contesto non solo regionale, ma molto più ampio, addirittura globale. Economia legale e scambi criminali, gli interessi della criminalità organizzata intersecata con i colletti bianchi, network e joint venture creati appositamente tra terrorismo e mafie, la situazione di tutti i Paesi veicolati dal narcotraffico o dalla corruzione dell’apparato statale, sono solo alcuni dei temi spinosi che verranno trattati, in quello che si ripromette di essere un appuntamento stabile. Un’occasione anche di confronto con giornalisti, scrittori, magistrati, docenti, imprenditori e volontari.

Dialoghi sulle mafie: appuntamenti tra cultura e riflessione

Mercoledì 16 marzo alle ore 16.30 dopo il saluto del rettore dell’Università degli studi Suor Orsola Benincasa, Lucio D’Alessandro, l’introduzione è affidata al sindaco di Napoli Luigi De Magistris. Intervengono poi gli scrittori napoletani Maurizio De Giovanni e Diego De Silva, con una discussione su quanto l’argomento “mafie” abbia occupato, dal maxi processo di Palermo e dagli assassini di Falcone e Borsellino, una notevole posizione nel panorama culturale italiano, dal cinema alla letteratura. Altri personaggi del medesimo spessore discuteranno, invece, sul ruolo specifico della camorra, sulla sua evoluzione e i suoi mutamenti, soprattutto con l’arrivo di molti “boss ragazzini”. Giovedì 17 marzo, allo stesso orario, “le mafie al femminile: da donne dei boss a capi-clan”, mentre la seconda parte dell’incontro sarà dedicata alla situazione messicana, afflitta dalla piaga della criminalità organizzata. Venerdì 18 marzo, l’incontro si apre con una riflessione sul potenziale intervento con ragazzi violenti e invischiati in associazioni mafiose, concludendosi sulla connessione tra mafia e terrorismo internazionale. Sabato 19 l’appuntamento si sposta al mattino, a partire dalle 9.30: una riflessione su quanto il proibizionismo legato alle droghe abbia influenzato la fortuna e la diffusione delle mafie, poi sulla scivolosa situazione dell’interconnessione tra mafia e colletti bianchi. Infine i saluti di Nino Daniele, Assessore alla Cultura Comune di Napoli.

Il programma completo e il flyer sono reperibili sul sito del Comune di Napoli.

Print Friendly, PDF & Email